Le migliori poesie di Anna D'Urso

Nato mercoledì 17 febbraio 1965 a Palermo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Anna D'Urso

Delusione

Un'ombra sul viso
non è un sorriso
è un corpo che esce
che scende
ferisce,
una lacrima lenta,
concisa
decisa
di arrivare alla meta
lei è sicura,
ti guardo e mi annullo
nel riflesso fasullo
di donna che ero
ora solo un pensiero
perduto nel tempo
lontano anni luce
dalla donna ideale
ora solo irreale
non ero precisa
al viso deciso
e sei deluso
per il reale diverso
non posso far nulla per rimediare
la mia faccia è questa, non la posso cambiare...
Anna D'Urso
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna D'Urso

    Oltre me...

    Oltre me c'è solo l'impossibile, limite invalicabile dove non splende il sole...
    Oltre me c'è solo la tristezza, l'apatia, la noia...
    Oltre me c'è il vuoto lasciato da un cuore che ha smesso di sintonizzarsi sul canale dell'amore...
    Oltre me c'è lo spazio infinito del cielo dove solo gli angeli andranno oltre...
    Oltre me ci sei solo tu...
    Anna D'Urso
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna D'Urso

      Ogni mattina

      E mi sveglio ogni mattina
      sperando sia la prima
      di lunghi anni quieti
      senza panni stesi,

      mi rigiro nel mio sogno
      di un consapevole inganno
      sei tu che tiri fuori
      i miei momenti migliori,

      e bevo il latte freddo
      gelando i mio petto
      il cuore più non batte
      se sei fuori la notte,

      mi alzo e guardo il mondo
      sperando che non sia giorno
      invece di vedere
      che c'è buio nel tuo cuore.

      Mi sveglio ogni mattina
      per non morire prima...
      Anna D'Urso
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna D'Urso

        Ho costruito

        Ho costruito castelli di sabbia per accogliere te,
        ho messo mattoni di sogni per difendermi dal vento,
        ho usato finestre di emozioni per far entrare tutto l'amore del cuore,
        ho edificato isole di vento dove rifugiarmi con te,
        ti ho dato in prestito il mio cuore perché tu potessi scriverci sopra...
        ... alla fine mi ritrovo con la sabbia tra le dita che vola via col vento di te...
        Avrei dovuto usare mattoni d'argilla e fango cotti al sole,
        come fango è il mio mondo,
        e ci rotolo dentro,
        sporco l'anima...
        la pioggia lava via il dolore del cuore
        ... io torno a vivere... dopo te.
        Anna D'Urso
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna D'Urso

          La mia città

          È qui che passeggio la domenica mattina,
          tra antiche mura e odori di cucina,
          aiuole ben curate, come fosse estate,
          e merli di torri mai scalate.

          Un orologio segna l'ora del mio arrivo
          su un piazzale che ha visto albeggiare
          turisti di ogni dove e monaci pregare
          rimanendo nel suo splendore natio.

          Mosaici di indescrivibile bellezza
          ornano un Duomo di inestimabile valore
          che con molto sangue e tanto dolore
          adesso mostra la sua faccia a chi lo apprezza.

          Gente scura di pelle insieme a capelli biondi
          hanno invaso le strade dei nostri latifondi
          portando la loro arte e la magia
          fino a giorni nostri, nella Palermo mia...
          Anna D'Urso
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di