Poesie di Angelo Giordano

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Angelo Giordano

Cara amica

Cara Amica,
non affliggerti, se la vita ti ha fatto del torto
non torturarti se alcuni pensano di essere felici per averti angustiato.
non sentirti inutile se la tua mano è vuota,
non sentirti vuota se il tuo cuore non palpita d'amore
non fasciare ferite che il tempo ha già sanato
non temere del passato il male ricevuto è solo un ricordo lontano
non assillarti su chi ti vuole bene... non saranno mai troppo pochi
non essere crudele con te stessa... la vita è davanti a te
non chiuderti come un riccio... pungi solo te stessa
non andare lontano... ma resta vicino... qualcuno ti cerca
non pensare che nessuno ti pensa... in molti già lo fanno... pensando a te
non disdegnare uno sguardo amico... per te c'è già un sorriso
non scrollarti le spalle... una mano amica vuole darti coraggio
non chiudere gli occhi... non vedresti la dolcezza dello sguardo di un'amico
non tenere le mani a pugni... colpiresti solo il tuo cuore
non cercare di volare se hai un'ala sola... trova chi ti vuole bene... volerete insieme
non guardare la mano vuota... cerca la mia di amico... stringila... sorriderai.
non pensare mai di essere sola... la mia ombra è vicino a te, come il pensiero
non andare lontano coi sogni... io sono accanto a te
non credere di essere vulnerabile... c'è chi ti protegge
non camminare lontano per un'abbraccio... è qui vicino
non temere più niente... non sei più sola... hai un'amico... e non uno solo.
Angelo Giordano
Composta mercoledì 30 giugno 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Angelo Giordano

    Amico

    Caro amico, oggi ho seminato nel tuo cuore
    il seme della mia amicizia.
    Abbine cura e rendilo fertile,
    sai basta poco... una piccola attenzione,
    una dolce parola di conforto,
    un piccolo gesto,
    un abbraccio, una carezza,
    anche un pugno se ci vuole...
    se dato con amore...
    ma anche la tua presenza...
    gioverà a me... basta anche e solo dire:
    ti sono vicino... ti voglio tanto bene!
    Angelo Giordano
    Composta mercoledì 14 aprile 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Angelo Giordano

      Nuovi Dentro

      Anche tu,
      puoi dimenticare per un'attimo
      le tue ansie, le tue malinconie
      senza dover mai più cercare,
      chimere oramai sempre più lontane
      di passione e amore donato
      a chi riconoscenza mai ti ha dimostrato
      abbracciando chi col cuore
      non ti riscaldava,
      chi parlava senza mai darti conforto.

      Adesso fermati, guardati intorno
      attorno a te c'è vita
      tu sei vita, tu sei te stessa
      tu sei un mondo.
      Tu sei di questa vita
      essa è come il mondo e t'appartine,
      Respira l'aria, guardando l'azzurro del cielo
      ascoltando il sibilo del vento
      che accarezza la superfice del mare
      bagna i tuoi piedi in esso
      sentirai dentro il tuo cuore
      la vera serenità, il vero senso di tutto
      Cammina finché puoi
      poi fermati e respira ancora

      Adesso tira fuori i tuoi rancori
      le cose passate inutili
      le persone che ti hanno dato dolore,
      butta via questo... non pensarlo mai più
      Da oggi sarai una nuova persona,
      farai le cose mai fatte
      dirai le cose mai dette
      e vedrai che infine troverai
      quell'amore che ti porterà
      dove non sei mai stata
      in una parte di un cuore.
      Angelo Giordano
      Composta mercoledì 28 luglio 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Angelo Giordano

        Castellammare

        Notte smaniosa e bella
        accucculiata a mille stelle!
        cù na Luna, briosa e macchiavella.
        Puorte curaggie, a chi fà brutte jurnate,
        ammore e gioia, e coppie de nnammurate,
        nu vientariello frisco e doce, pur'isso t'è alliato

        Notte schiarata, dà luce de lampare,
        pure lu Vesuvio, d'into c'è cumpare
        se mòvono lente l'onne, da brezza e chistu mare.

        Nun c'è sò cose brutte,
        attuorno a sta calma notte,
        pure lu piscitiello, saglie e sfotte.
        Se vede miezo ò core do Faito, lu Castiello!
        rannicchiato a guardia da città e San Catiello.
        Stu quadro è ormai cumpleto... è nù paese bello!
        E pè ricordo, pure a Madunnella,
        c'è lasciaje, na funtanella.
        Angelo Giordano
        Composta mercoledì 8 settembre 1999
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di