Scritta da: A. Cora

Entrai in te

Entrai
in te, come luce
s'insinua nel'ombra
Come acqua bollente, nel fuoco
Come un vento prima leggero
che poi si fa impetuoso
Come entra in memoria, un pensiero
che avvolge un piacere già atteso
Come l'ali infrangono il cielo, nei colori
dispersi d'aurore
Come l'ape entra nel fiore, con le ali
vibrate nel volo
Mentre tu, i tuoi petali aprivi
Come si apre la porta
socchiusa
Quando s'aspetta
l'amore.
Angelo Cora
Composta mercoledì 18 settembre 2002
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: A. Cora

    L'infinito

    Son tante
    le stelle stanotte, che
    più non mi bastano gl'occhi
    per quest'infinito
    osservare
    D'un cielo che pare un mare, di mille
    e più ancora lampare, che fanno il
    pensiero volare
    Oltre il confine del cielo, oltre il batter del
    cuore, dove il silenzio dimora
    D'uno spicchio di luna, che sorto dalla
    collina, pare nel mare
    tuffare
    Io, di piccolezza vestito, abbagliato
    confuso, come un refuso, lasciato
    da penna nei tratti sbadata
    Nel'ombra disperso
    sotto sto cielo
    d'immenso
    stellato.
    Angelo Cora
    Composta venerdì 14 giugno 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: A. Cora

      Ombra e luce

      Lascia
      che ombra e
      luce si sfiorino, si fondino
      In quel chiaroscuro colore, che ogni
      pensiero, confonde
      Lascia, che il mio sguardo, nei tuoi occhi
      si perda, lascia che le nostre mani si intreccino
      si carezzino, si celino, s'avvolgano
      irrompano
      E nasca quella voglia intensa, che fa di due anime
      due corpi in volo, in un solo concerto
      d'istanti d'amore
      Lascia che la mia bocca, la mia lingua danzino
      sinuose sulle note dei tuoi gemiti
      sottili
      Si rincorrano lente veloci, ardite
      Mentre nel silenzio
      denso del bacio
      Io mi nutro
      di te.
      Angelo Cora
      Composta giovedì 14 febbraio 2008
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di