Scritta da: A. Cora

Selvaggia notte

Vile colei
che al cuore manca
menzognera del'anima mia

Che dolente e disgustata dalla vita
insieme in quel tratto passata si
ritrae, e in silenzio
va via

Timorosa d'una notte selvaggia, dai
tratti oscuri calata

Celata da occhi distratti, che più non
la scorgon passare, pur se non mostra ritocchi
pur se indossa occhiali

Che possono gl'occhi oscurare, ma non
al cuore mentire

Mentre io attendo ancora, come
la notte l'aurora

Come la pioggia il sereno
Che ritorni ancora quel cielo
che risorga di nuovo
quel sole.
Angelo Cora
Composta mercoledì 12 marzo 2008
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: A. Cora

    Buon Natale

    Quando la
    gioia, è troppo distante
    dagl'occhi, e ogni pensiero
    scolora

    Non resta più nulla, ch'esprima in vivaci
    parole

    L'immenso piacere del Dono, che rammenti un
    poco il Natale, luogo di luce, di pace
    di musica ed amore

    Rimane solo l'Augurio, quello di rosso vestito
    appena colto dal
    cuore

    Per dirti senza parole, Amico, godi codesto
    Natale, con tutto te stesso, col
    tuo contorno d'amore

    Come se fosse il
    solo
    Come se fosse il
    migliore.
    Angelo Cora
    Composta lunedì 23 dicembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: A. Cora

      Ombre d'amanti

      Ombre appese
      alla notte, avvolte dal vento
      che passa

      Sussurri d'amanti dispersi, sotto
      lampioni celati

      Confusi tra scuri portoni, lungo mura graffiate
      già troppe volte sostegno, di caldi
      corpi avvitati

      Mani a rincorrere mani, bocche assetate cercare, sensi
      lasciati al vibrare, pelle scoperta
      in amore

      Baci che piovono nuovi, su labbra che vogliono ancora
      Distanti son le parole, dalla voglia ti gustare quel sogno
      che fa di due corpi
      uno solo

      Solo dei sensi il tripudio, s'ode nel buio bruciare, in
      un veloce frusciare

      Pare abbian messo le ali, per continuare a volare
      là dove la luna al passare, poi si è
      fermata a osservare

      Ove un vento calmato, s'è sostato a gioire
      in quella danza d'amore, che fa
      due corpi impazzire

      D'essa i respiri smorzati
      come gocce d'amore
      paion colorare
      l'aurora.
      Angelo Cora
      Composta venerdì 10 agosto 2001
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: A. Cora

        Voglie d' un sorriso

        Un
        treno, nel partire
        un giorno, all'imbrunire

        Un viaggio dentro gli occhi, un
        dir senza parole

        Rivela d'improvviso, le voglie d'un
        sorriso

        Un viso di profilo, capelli biondo grano, mossi
        a tratti ondulati

        Celano sguardi aperti, ribelli, quasi di nulla
        vestiti

        Dagli occhi tanta luce, persa nei miei occhi
        nel viso, tanto sole, a germogliar
        sospiri

        Labbra assai carnose, sorprendono
        vogliose

        Sorseggiando, in ginocchio
        di me, densi
        sapori.
        Angelo Cora
        Composta sabato 8 luglio 2000
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di