Scritta da: A. Cora

Un istante di vita

Non dire
mai con fierezza

Che t'appartiene, quel che
ti mostrano
gl'occhi

Ciò che il tuo cuore colora, ciò che
la mente disegna

Ciò che il tuo corpo mantiene, per i tuoi sensi
saziare

Di tutto è padrone il tempo, che il destino
ti ha dato, quando hai visto
la luce

Per un'istante di vita, che hai
godendo vissuto

E quando la scorgi
finita

Non ti sarà mai
bastata.
Angelo Cora
Composta lunedì 10 novembre 2008
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: A. Cora

    È illecito

    È illecito
    non fare le cose
    per te stesso, o perché
    ne temi gli errori

    Avere paura della vita, e dei tanti
    suoi compromessi

    Non vivere ogni giorno come se fosse
    l'ultimo

    È illecito sentire l'assenza di qualcuno, senza
    un momento gioire

    Dimenticare i suoi occhi, le sue chiassose
    risate, per timore del batter
    del cuore

    Solo perché le strade hanno smesso
    di abbracciarsi

    Dimenticare il passato
    e farlo scontare
    al presente.
    Angelo Cora
    Composta domenica 18 marzo 2001
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: A. Cora

      Il tempo

      Il tempo
      ti mostra il vero
      sorriso

      Di colei che hai negl'occhi guardato
      Perché t'è rimasta nel
      cuore

      La distanza, da colui che ti ha quel giorno
      tradito, perché ancor ne senti
      il dolore

      La sostanza, di colei che può al tuo
      fianco sostare
      Perché conosce l'amore

      La piccolezza di
      coloro che devi
      evitare.
      Angelo Cora
      Composta sabato 12 febbraio 2000
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: A. Cora

        Miraggi del tempo

        Nel'ora
        ch'espande i
        rintocchi

        S'abbrevia soffusa la luce
        nel'allungarsi più scura del'ombra

        Tra miraggi portati dal tempo, che
        che fanno i pensieri volare

        Solerti illusioni, quel'ombre che danzano
        corrono, cercano, i loro passati
        sapori

        Come foglie ingiallite nel vento
        ch'ancora cercano il sole

        Desertica appare le notte, d'una fredda
        stagione imminente
        Che di nebbie, lo sguardo avvolge

        L'ultimo raggio di sole, dalla
        dalla collina
        scomparso

        Lascia la sera da sola
        ad ingrandire le ombre
        Ad imbruttire
        l'umore.
        Angelo Cora
        Composta sabato 28 settembre 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di