Area Riservata

Poesie di Angelo Cora




poesia postata da: A. Cora, in Poesie (Poesie personali)

Sarai

Quel dì che
imparerai a conoscere
a fondo te stesso, e ti esalterai
dei tuoi difetti

Smetterai di sentirti inadatto, perché
sei come sei fatto e non come
l'altrui ti vuole

Sarai quel tanto che basta, per diventare importante
agl'occhi di chi ti frequenta, nei giorni
di pioggia e di sole

Sarai l'abbastanza ed il tanto, per chi ti colora gl'occhi
per chi ti viaggia nel cuore

Sarai il mondo intero, per chi ti ama davvero anche
se nulla possiedi, sarai ciò
che basta al'amore

Per lei che ti guarda e sorride, senza far paragoni
senza nulla badare, senza nel tempo
mentire

Per chi non ti gira intorno
Ma ti entra dentro
ed ogni giorno
ti vive.
-- Angelo Cora (scheda)
Composta
giovedì 12 dicembre 2013
Riferimento:
L'accetare se stessi, scoprendo i propri difetti, è sempre cosa difficile da imparare, spesso si ha bisogno che qualcuno d'importante, che ci aiuti a capire -.

poesia postata da: A. Cora, in Poesie (Poesie personali)

Un' amore

Quando nasce
l'amore, scorgi il mondo
a colori

Istanti dal tocco regale, al tempo
che passa razziati

Occhi smarriti negl'occhi, un forte
batter del cuore
Silenzi che mangian parole

Un vento dei sensi a favore, rivela ambiti
sapori

Un sorriso allo sguardo piaciuto
un sole al'alba già nato

L'aria si tinge di
gioia

Esplode nei cuori
l'amore.
-- Angelo Cora (scheda)
Composta
domenica 2 febbraio 2014

poesia postata da: A. Cora, in Poesie (Poesie personali)

Diletto

Non
c'è nulla
che possa inventare
nulla al'immaginario
lasciare

Che possa il tuo viso ignorare
Nulla nascosto dal cuore, che possa un poco
tediare quel'infinito
pensare

Suggerire un diniego, o un mancato sorriso, capace
di evitare rispetto, a quel'immenso
diletto

Per quanto la mente s'impegni fra tutti i rimasti
pensieri quel'affannoso cercare

Non scorgo parola a servire, quel troppo che resta da dire
ciò ch'è impossibile a descrizione
dettare

Ripagando in frasi gentili, ciò che avvolto d'amore, forte
m'hai fatto provare

Del tuo profumo la brezza, dalla tua mano carezze, dal
tuo corpo freschezza

Dalla tua bocca quei baci, che ignoravan la fretta
perché amavi baciare

Ho mille libri in cassetto, ove parole trovare
ho mille sguardi negl'occhi, ove ti
posso trovare

Un solo nome nel cuore, per le mie
notti insonni, al quale dire
qualcosa.
-- Angelo Cora (scheda)
Composta
mercoledì 11 settembre 2013

poesia postata da: A. Cora, in Poesie (Poesie personali)

Venti casuali

L'oscura
parentesi, travolgente
del tempo che forte
avanza

Racchiude la greve tua assenza
in giorni fatti di
niente

Più non s'ode un sorriso, a render
chiassoso, il momento, ne il batter felice
del cuore, a dare importanza agl'istanti

Sospiri, come soffi di venti casuali, offuscano
gl'occhi ed il cuore, dove si perde l'essenza
che ancora ricordi
l'amore

Raggi infuocati d'un sole, abbagliano muti pensieri
del'oggi, ancor in memoria presenti
a fredde carezze
del ieri

Ed ecco che torna il respiro, mentre
un presente ancor vivo, in
cocci dagl'occhi
amati

Che lascian disperso
il passato.
-- Angelo Cora (scheda)
Composta
mercoledì 8 gennaio 2014

Fai pubblicità su questo sito »