Poesie di Angelita Bonin

Impiegata, nato giovedì 24 ottobre 1968 a griffith (Australia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: ange

L'angelo

Ci scruta dall'alto,
invisibile.
A volte sorride
dei giochi spensierati dei bimbi,
del bacio rubato di due innamorati,
dello sguardo intenso di una mamma.

Ma più spesso il suo sguardo
si fa più duro
e il pugno si serra
quando le strade diventano
una giungla di violenza e
dolore...

Se guardi su verso il cielo
con gli occhi dell'anima
lo puoi vedere
anche se cambia continuamente
forma.

Se guardi con gli occhi del cuore
potrai incontrare
il suo sguardo
d'Amore.
Angelita Bonin
Vota la poesia:
Scritta da: ange

Eppure...

Eppure...
Adesso so...
So che sei...

Sei luminoso
come il sole in un giorno di primavera.

Sei profondo
come il buio di una estiva notte senza luna.

Sei dolce
come la lieve brezza che spira dal mare.

Sei forte
come l'improvviso rombo del tuono di un temporale.

Sei il primo pensiero
Sei l'ultimo sogno prima del risveglio
Sei nelle emozioni impossibili e
sei nei sospiri d'amore.

Sei della mia vita
il sentiero
e l'abbraccio eterno.

Ed ad ogni palpito del cuore
sei per me
la musica che mi accompagna
ogni giorno.
Angelita Bonin
Vota la poesia:
Commenti:
1
Scritta da: ange

Luci

Pulsano all'imbrunire.
Parlano,
un brusio sommesso.
Chiamano
con voce indistinta
e confusa nel vento.
Il loro richiamo
giunge fino a me,
portato dall'umidità della notte,
una notte che scende piano,
che tinge di nero
gli ultimi colori del sole.
Brillano
e si spengono,
gemono,
urlano
e cantano.
Sono solitarie,
nel loro accavallarsi
si fondono tra loro.
Sono piccoli puntini di vita,
persi nell'infinità del buio.
A volte piangono
lacrime che non hanno,
e soffrono
il dolore del mondo.
Angelita Bonin
Composta mercoledì 2 dicembre 2009
Vota la poesia:
Scritta da: ange

Atomo

Sei così piccolo
così insignificante,
inizio e fine di tutto,
sogno mai sognato,
esistenza senza percezione,
visione senza vista.

Sei così immenso
eppure così racchiuso,
un universo di colori
senza tinta,
una galassia di gioie
senza sentimento,
una speranza
mai veramente avuta.

Sei così indispensabile:
senza di te non ci sarebbe la vita,
senza la tua piccola dimensione
non ci sarebbe l'infinito,
senza la tua collaborazione
ci sarebbe la fine.

Piccolo soffio di vento,
piccolo bagliore nel buio,
sensazione nascosta,
vivace e fugace immagine
sfocata,
a te dobbiamo tutto quello che siamo.
Angelita Bonin
Composta martedì 1 dicembre 2009
Vota la poesia: