L'anguria

Mia cara anguria quanto mi piaci,
affondo i miei denti e prendo i tuoi baci,
la mia ugola gongola del rosso tuo succo,
che scende polposo con un po' di risucchio.

Alt!, ai semi, quelli li butto:
schizzan ribelli i neri fratelli,
la sete è golosa e continuo addentare,
un seme sfugge, ma non lo lascio passare.

Sapore diverso e altro colore,
sono alla buccia, che mi guarda,
col suo largo sorriso.
Angelamanuela Tosi
Vota la poesia: Commenta

    Mare

    Nel rumore del mare io ti sento
    albeggiare sulla riva ionica,
    col tuo canto che patisco dentro,
    stordita dal gemito del vento.

    Vitale al mio fianco io ti vedo,
    il tuo sorriso un bianco di conchiglia,
    nella fluida maniglia delle onde
    circondato dalla meraviglia.

    Mare senza pace, che pace dai
    a noi, sconosciuti sulla terra,
    solo con te possiamo stare,
    bagnandoci di lacrime di sale.
    Angelamanuela Tosi
    Vota la poesia: Commenta

      Profumo d'estate

      La natura mi prende e serena mi rende,
      il suo profumo,
      che spande nell'aria dell'estate matura:
      la dolce frutta e la tenera verdura.

      Ti guardo, sotto un cielo immobile,
      raccogliere i bei mirtilli e farmene dono,
      nel tuo modo esuberante che afferra,
      e tocca prima il cuore e poi la terra.

      Metti sul mio capo la menta piperita,
      nelle mie mani un po' della tua vita,
      e sento il tuo profumo che sprigiona.
      Angelamanuela Tosi
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di