Questo sito contribuisce alla audience di

Profumo d'estate

La natura mi prende e serena mi rende,
il suo profumo,
che spande nell'aria dell'estate matura:
la dolce frutta e la tenera verdura.

Ti guardo, sotto un cielo immobile,
raccogliere i bei mirtilli e farmene dono,
nel tuo modo esuberante che afferra,
e tocca prima il cuore e poi la terra.

Metti sul mio capo la menta piperita,
nelle mie mani un po' della tua vita,
e sento il tuo profumo che sprigiona.
Vota la poesia: Commenta

    Noialtri

    Sulle onde collinari giorni di sole opaco,
    sogni intrepidi drenati dal tempo,
    sale la brezza dalla valle,
    sulle foglie sfinite e il frinir delle cicale.

    Il torrentello gorgheggia l'adesso
    e sui suoi sassi non torna.
    Noialtri della mezzanotte,
    incantati dai versi degli uccelli,
    adoperati ad arte seppur parsimoniosi,
    inconsapevoli autori di fiabe.

    Si sta schiudendo il mallo delle noci,
    e sul tronco di strade un andirivieni,
    di formiche nervose, irrefrenabili,
    nel loro trafficar convulso.

    Siamo in un paradiso distaccato
    scivoliamo e scopriamo segreti
    segni scolpiti ci attirano
    spigoliamo sembianze
    sogniamo e ci arringhiamo
    s'incorporano i nostri secreti nella terra

    ci allontaniamo dalla collina tumefatta,
    tra il penzolar di-vino dei vigneti,
    un gatto selvatico dall'albero sgattaiola,
    mano nella mano sorridendo scendiamo.
    Vota la poesia: Commenta