Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Angela Mori

Poetessa e scrittrice, nato a CATANIA (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: ANGELIKA MORI

In quel giorno non mio

Ti vedo tra la folla
mentre campane
suonano a festa;
tieni quella mano non mia
nella tua
scosti quel bianco leggero
dalla fronte sua
poggiando le labbra su essa
giurando poi sul metallo
davanti a Dio
ciò che non giurerei a me.
Ti scorgo tra la folla
e ricordo ogni singolo istante
sento ognuna delle tue bugie
e piango amore vestito di rabbia
mentre perdo per sempre
e tra le lacrime,
ogni speranza
in quel giorno non mio.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: ANGELIKA MORI

    Vicino al Natale

    Piccoli abbagli di colori un anno ogni anno portano via.
    Emozioni impazzite che si ricorrono come i giorni che passano inesorabili e rapidi;
    ora lucenti, ora più cupi e spenti.
    Gironi dall'alto al basso come dall'inizio la fanciullezza
    fino a giungere
    alla completezza degli anni
    per finire, alla fine, sottoterra.
    Un albero mi sento
    ornato a festa:
    fuori luogo, rinchiuso ed inerme
    solo per compiacere a chi mi osserva.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: ANGELIKA MORI

      Amore e condanna

      Amare l'amore
      che non si può amare
      è una infelice condanna
      la mente spera
      e nel sonno sogna,
      il corpo brama
      e il cuore sanguina;
      agli occhi lacrime calde
      e sulle labbra
      immaginari, sensuali baci
      senza nessun sapore.
      Amar l'amore di un altro amore,
      rende immortale ogni singolo ricordo
      rende superfluo ogni sensato consiglio
      ed inutile ogni nuovo giorno.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: ANGELIKA MORI

        Aspetterei te

        Se solo mi dicessi "aspettami"
        mi fermerei qui
        nei meandri delle mie memorie,
        colorate d'azzurro
        alla tua presenza
        circondate d'oscura foschia
        del mio passato.
        Aspetterei qui,
        distesa sulla terra calda
        dove camminavamo insieme,
        a respirare l'aria
        che ha ancora il tuo sapore
        a contemplare l'immenso cielo
        senza bisogno di sapere
        se è giorno o sera
        se piove o c è sole.
        Io ti aspetterei
        da oggi fino a domani
        e per sempre
        io ti aspetterei.
        Composta sabato 19 settembre 2015
        Vota la poesia: Commenta