Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Andrea De Candia

Soffro d'abusi

Sento come un arco
che abbassa la parabola
nella morsa del cielo,
una cupa curva d'ombra
pronta a seppellire tutti
i pensieri insani dentro.

Porterò il peso dello schianto,
come una croce dentro,
sentirò lo sfregio lento
soffrire sull'asfalto.

Una spina fuor dal cuore
tornerà a pungermi ancora.
Capolavoro genio
amore amico artista...
su, ditemi quando, su,
ditemi ancora se l'hanno
tutti una vera conquista.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Andrea De Candia

    Vecchio e apatico

    Dell'alba e del tramonto
    non distinguo il colore...
    Apatia è il motore!

    Con sguardo perduto
    barcollo nel buio,
    nei passi cerco forza,
    ma un bastone non ho.

    Stanche son le palpebre,
    ma gli occhi non chiudo,
    un abbraccio rovente
    mi è tanto mancato!

    Troppi gradini
    le mie ginocchia han calcato
    spossate si vogliono schiudere
    come uova al primo mattino.

    Giovane appaio,
    ma vecchio mi struggo.
    la luna spegne questa pozza,
    dolci sorrisi non dono più.
    Vota la poesia: Commenta