Poesie di Andrea Calcagnile

Nato martedì 26 settembre 1995 a Copertino(LE) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Andrea Calcagnile

Il pomeriggio silente

Il pomeriggio silente,
mi spinge verso un paesino
denso di infiniti frammenti.
Sono in un vagone,
ascolto il mormorio del vento,
che percuote sui finestrini,
ascolto altre voci che parlano,
ma il mio cuore ascolta
solo il sangue che mi scorre
con tanta destrezza,
per la passione e la tensione
che mi cinge dappertutto.
Ammiro il cielo pacato,
e un elisir mi avvolge,
il treno suona l'ultimo colpo,
sto per arrivare dal mio amore.
Andrea Calcagnile
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Andrea Calcagnile

    Il buio e la luce

    Il buio mi dona la malinconia
    e la luce la gioia.
    Il primo è uguale alla notte
    e il secondo al mattino.
    Non mi rimane che attendere
    il tramonto, per scrutare l'avvenimento,
    tra il sole e la luna,
    quando si incrociano,
    in un tumulto di natura silente,
    che io a contemplarli,
    mi assimilo con loro,
    per intraprendere la via
    della quiete pura.
    Andrea Calcagnile
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Andrea Calcagnile

      Granelli di sabbia

      Granelli di sabbia,
      mi filtrano negli occhi,
      mi occultano la vista,
      ma il buio non lo vedo,
      vedo solo piccole sfumature,
      e la mia anima si sofferma
      a farmi guardare dentro,
      e mi accorgo che è proprio li
      che vive il buio.
      I granelli di sabbia,
      sono il pianto del mio cuore,
      a causa di una solitudine
      dovuta alla mia scarsa
      voglia di sfavillare,
      per dolori che mi hanno provocato.
      Ma sarò sempre pronto a rinascere,
      e a camminare nei versi delle mie parole.
      Andrea Calcagnile
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Andrea Calcagnile

        Un cuor non si dissolve

        Un cuor non si dissolve,
        nell'animo ripudiato del momento,
        un cuor non si dissolve,
        per due occhi tristi di parole al vento,
        un cuor non si dissolve,
        per lo spavento di un'altra anima cattiva,
        ma essenzialmente il cuor non si dissolve,
        quando l'anima è innamorata.
        Il cuor innamorato mai si consumerà,
        neanche quando questo mondo si sgretolerà,
        il rammento per sempre vivrà,
        del primo sguardo incantato,
        nullo di parole, arrestando il tempo
        rendendo l'attimo più magnifico
        e infinito della nostra vita.
        Andrea Calcagnile
        Composta martedì 9 dicembre 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di