Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Sonia Rendina

Gratitudine

Ti voglio bene,
non perché ho imparato a dirti così,
non perché il cuore
mi suggerisce questa parola,
non tanto perché la fede mi fà credere...
che sei Amore,
nemmeno perché sei morto per me.
Ti voglio bene,
perché sei entrato nella mia vita,
più dell'aria nei miei polmoni,
più del sangue nelle mie vene.
Sei entrato dove nessuno poteva entrare,
quando nessuno poteva aiutarmi,
ogni qualvolta nessuno
poteva consolarmi.
Ti parlavo in me,
ti guardavo in me...
e sentivo le tue risposte,
nel tuo amore... la spiegazione,
nelle tue parole la soluzione...
Ti voglio bene,
perché per tanti anni hai vissuto
con me,
ed io,
ho vissuto di te.
Ho bevuto alla tua legge,
me ne sono nutrita,
irrobustita,
mi sono ripresa...
Dammi d'esserti grata,
nel tempo che mi rimane
di questo amore...
che versasti su di me,
e m'ha costretto a dirt...
ti voglio bene.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Sonia Rendina

    Silenzi

    I miei lunghi silenzi...
    fanno parte di questo tramonto,
    sono parole sospese nel vento,
    forse prigioniere del mare.
    Ci sei tu, davanti a me...
    e anche tu, non parli...
    ogni frase, ogni attimo...
    vive ugualmente sulle nostre labbra,
    e ci trascinano lontano. Lontano...
    I nostri occhi non vedono,
    eppure scrutano al di là,
    dell'orizzonte,
    al di là dei sentimenti...
    e tu sei forse là,
    tra gli uragani lontani,
    che inviano venti profumati
    di speranza,
    sei nel piacere di un attimo,
    sei un raggio di sole,
    che mi bacia in un tramonto
    qualsiasi...
    e la musica del vento
    mormora le parole più segrete
    per me,
    che le sento vibrare in un intenso
    brivido di vita,
    e so... che per le vie
    delle ridenti primavere,
    sperdute fra i canneti,
    lungo il fiume della vita,
    le nostre ombre
    si cercheranno ancora.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Sonia Rendina

      Tramonto

      Il sole sta tramontando,
      dietro il mio sguardo perduto...
      la volta del cielo,
      sembra addormentarsi,
      cullata nel suo azzurro,
      sfumate a tratti da fiamme roventi,
      rimpianto del sole,
      che la accarezzò per lunghe ore...
      il tramonto mi appare struggente,
      come la più pura immagine,
      della natura... bella e fredda...
      perché ciò che manca non è...
      che la luce...
      come gli occhi,
      di chi vaga per aridi istanti,
      di tormentate e vuote esistenze,
      senza capire... l'amore.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Sonia Rendina

        Ti chiamerò amore

        Ti chiamerò amore...
        strana malinconià
        che mi tiene prigioniera,
        di un sogno perduto
        Ti chiamerò amore,
        pioggia che precipiti,
        su questo mondo...
        perché lì dove regni odio,
        io ho deposto invece la mia speranza.
        Ti chiamerò amore,
        per questa luce...
        per questo tenue raggio di sole,
        anche se è dalle tenebre,
        che lo vidi fuggire...
        amore...
        per questo vago sapore d'insazietà.
        Vota la poesia: Commenta