Questo sito contribuisce alla audience di

Il villone

"imperituro ardire meglio di un temporaneo..."
il resto non si legge.
è scritto col carbone
sulla parete gialla del villone.
Sapienza rinchiusa,
follia non compresa
parole grattate.
Una macchia aggressiva
vincente,
ha preso possesso dei muri,
e vetri rotti,
sporco per terra,
ricoprono la follia di ieri
con follia peggiore,
di oggi.
Composta domenica 5 agosto 2012
Vota la poesia: Commenta