Le migliori poesie di Alessandro Bruzzi

Agente Immobiliare, nato mercoledì 2 luglio 1975 a Carrara (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: BrutalBruzzi

La mia Città... (Dragontown)

Vorrei capire dove
la mia mente
vuole  portare i miei desideri,
non riesco ancora a vedere
la mia Città.
La Città dei draghi
mi aspetta,
devo entrarci
là  è dove la solitudine non può
trovare il percorso
dei miei sogni.
È nella Città dei
Draghi che dimorano
i Cristalli dell'Amore.
Alessandro Bruzzi
Composta mercoledì 20 marzo 2002
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: BrutalBruzzi
    L'Estate finisce,
    si porta via ciò che noi,
    con fatica, avevamo costruito:
    sogni e speranze
    di amori inutili mai
    corrisposti,
    foglie secche spazzate via
    dal vento della solitudine che
    ride beffarda e crudele,
    Lei ha vinto di nuovo.
    L'Autunno ci attende,
    coi nostri dolori,
    per ricordarci che l'Estate
    non muore mai!
    Alessandro Bruzzi
    Composta martedì 2 luglio 1996
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: BrutalBruzzi

      Amica della Notte...

      Ti saluto amica mia,
      compagna di cento notti
      passate tra
      il fumo delle sigarette
      e il vociare
      del popolo delle stelle.
      Ti saluto amica mia,
      e ti ricordo ancora
      nella nebbia che copriva
      i tavoli
      e rendeva magica
      quell'atmosfera gotica
      quasi come in un Castello di una fiaba
      dove la birra scorreva a fiumi
      e i desideri
      si racchiudevano in un fondo di un bicchiere.
      Ti saluto amica mia,
      compagna di cento notti
      magiche,
      di cento notti a volte allegre a volte tristi.
      Grazie amica della notte,
      per tutte le volte che ci hai donato un sorriso,
      per tutte le volte
      che ci hai fatto sentire
      parte di te.

      Ora anche la notte ha perso un'amica,
      e tu non sei qui tra noi.
      Ma sono certo
      Che dal Cielo verrai a guardarci
      Nelle nostre serate che passeremo tra il fumo delle sigarette
      Seduti tra i tavoli,
      e sorridendo come solo sapevi fare tu,
      ascolterai i nostri desideri
      Racchiusi nel fondo di un bicchiere.

      Arrivederci amica della notte.
      Alessandro Bruzzi
      Composta mercoledì 2 gennaio 2002
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: BrutalBruzzi

        Le quattro...

        Chi sei?
        Sono il Tabacco!
        Cosa vuoi?
        Darti sollievo nelle tue ore
        di tristezza,
        darti sicurezza quando sei in compagnia
        di amici!
        E Lei... Lei chi è?
        È la mia più fedele amica e lo sarà
        Anche per te!
        È la Birra, ti sarà sempre accanto,
        Lei non è come le donne, non ti tradirà, non ti farà
        Soffrire, quando avrai bisogno di Lei basterà solo chiederglielo.
        E tutto ti passerà, solo per una notte, ma passerà!
        Lei sa come amare un uomo, è romantica.
        Basta non esagerare, altrimenti né avresti la nausea.
        Ma non ti preoccupare, perché comunque tornerai da Lei.
        Chi la ama una volta
        Sarà per sempre.
        Perché siete venuti?
        Non tutti sono
        Destinati a conoscerci.
        Sono un privilegiato?
        No!
        Allora cosa sono?
        Sei quello che vuoi!
        Alessandro Bruzzi
        Composta lunedì 10 gennaio 2000
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di