Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Alessandro Borghesi

Nato domenica 14 agosto 1988 a Roma (Italia)

Scritta da: Alessandro Borghesi

Siam noi

Martello
distruggi la timida corazza
lentamente spogliata al freddo,
indifeso nudo mostrar.

Il cuor
ove fibre di poesia
passano insaziabili
in su toccanti tue mani.

Labbra silenziose
posan pungenti baci
al sincer abbraccio
brividi percepir nei gentil ricordi.

Occhi di rossor
miei impregnati
con lacrime di sole
truccar i tuoi diademi.

Lingue maligne
a tanger illazioni
l'acutezza non è il loro forte
tanta pietà l'animo avverte.

Noi siam
aquila e lupo
invisibili figure
forgiate al volger.

D'esser una sola cosa,
platonico e casto
si disegna in eterni sguardi.

Questo amor struggente.
Alessandro Borghesi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alessandro Borghesi

    Prigioniero

    Incastonato a mò di preziosa pietra
    nella leggiadra morbosità
    asfissiante e schiavo di te,
    bisogno mio è voler uscir.

    Tenermi nella calda gabbia
    a ostentar facili sensazioni
    rendon incauti e trasparenti
    l'esagerato dei godimenti,

    fesso a non variar relazione
    assai opprimente
    son troppo drudo a ferir
    l'amabile sua attenzione.

    Eppur ferve in me
    mostrarti nella lume
    della tua passione
    il baccano dell'animo.

    Anarchico... seducente,
    tanto vuol provar insieme
    a sorseggiar l'alte corde
    del desio.

    Possa tu
    far sparir le manie
    e render il cuore
    sano... libero.

    Pazzo... profondo sarà

    amarti.
    Alessandro Borghesi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Alessandro Borghesi

      Cerco pensieri per te

      Come il vento accarezza
      il silenzio dell'acqua
      scivolare nelle terre
      della mia città.

      Vorrei chiamare i tuoi sogni
      per non vivere nell'incubo
      di essere fragile e solo
      come i miei occhi.

      Scriverei mille lettere
      sui pensieri del tuo cuore
      per regalarti le mie emozioni
      come il mio sguardo.

      Non è facile esprimere
      dolci parole in questa desolazione
      della mia anima e amarti
      come la mia solitudine.

      Sentirei mille canzoni
      sull'amore ma nessuna
      sarà mai sensibile e bella
      come te.
      Alessandro Borghesi
      Vota la poesia: Commenta