Poesie di Alessandro Bonfanti

Studente, nato giovedì 7 dicembre 1989 a Desio (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Alessandro Bonfanti

Quello che non potranno farti

Se ti proibiscono di parlare,
sussurra.
Se non ti fanno guardare,
ascolta.
Se ti impediscono di ridere,
ama.
Se ti lasciano cadere,
rialzati.
Se ti costringono alla realtà,
sogna.
Se ti obbligano ad essere come loro,
sii te stesso.
Se ti tolgono la forza per camminare,
vola.
Perché a un uomo che ha ancora voglia di vivere
non possono insegnare la morte.
Alessandro Bonfanti
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alessandro Bonfanti

    Mamma, papà

    Mamma, papà
    mi rivolgo a voi
    ora,
    che mi accorgo quanto questo mondo sia falso,
    ora,
    che mi accorgo quanto voi siate veri.

    Mamma, papà
    mi rivolgo a voi
    insegnatemi a piangere,
    non vorrei chiedervi una cosa tanto triste
    ma in questa follia
    non riesco a versare lacrime,
    non vorrei chiedervi una cosa tanto difficile
    ma in questa follia
    non riesco a liberare il mio pianto
    che mi annega da dentro.

    Mamma, papà
    mi rivolgo a voi
    insegnatemi ad asciugare
    le lacrime di chi
    per la mia stupidità
    adesso soffre.

    Mamma, papà
    mi rivolgo a voi
    insegnatemi a ringraziare
    le mani che non mi lasciano solo
    in questa Terra così affollata
    eppur così deserta.

    Mamma, papà
    mi rivolgo a voi
    insegnatemi la forza di mostrarmi debole
    e bisognoso d'aiuto
    sotto questo falso sole
    dove si pensa
    che le persone forti siano
    quelle che non piangono,
    quelle che non amano.

    Mamma, papà
    mi rivolgo ancora a voi
    che solo non mi avete lasciato mai
    insegnatemi a vivere
    ora che mi sono scordato come si fa
    insegnatemi a vivere
    fino a quando chi dovrà capire capirà.
    Alessandro Bonfanti
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Alessandro Bonfanti

      Oltre la galleria

      L'anima mia rifiuta
      questa cupa galleria che sto attraversando
      schiacciato dalle parole che vorrei dirti
      e che mi sfrecciano accanto come treni in corsa,
      travolgendomi,
      mentre percorro a piedi questa lunga strada
      che mi divide dal tuo sguardo.
      Il tempo passa
      ed io ho imparato ad amare
      queste braccia
      che si stringono a me
      e mi danno la forza di camminare
      lungo questi freddi binari.
      Ho imparato ad amare
      questa croce
      che stringo fra le mani
      e che non mi lascia cadere.
      Ho imparato ad amare
      queste parole
      che per un attimo
      mi danno un po' di luce in questa oscurità.
      Ho imparato ad amare
      le persone che camminano con me
      sotto questa volta
      che mi hanno fatto capire
      quanto sia affollato questo posto.

      Ed ho imparato ad amare te
      che mi hai dato la possibilità
      di rivederti
      dove il buio di questa galleria si dirada
      sperando di ritrovarti a braccia aperte
      pronte a perdonare
      quest'amico che ti ha fatto soffrire
      e non lo avrebbe mai voluto.
      Alessandro Bonfanti
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Alessandro Bonfanti

        Controvento

        Il calore del sole sulla faccia,
        gli spruzzi salati sulla pelle
        ed i sussulti di questo mare che attraversano il corpo;
        poi il vento gonfia queste vele,
        l'acqua ci abbraccia e si apre intorno a noi per farci passare
        ed io sento la profondità
        di questa amicizia che riesce a farci camminare controvento
        su questa barca come in questa vita;
        poi ancora la notte ricopre la sabbia fredda dove siamo distesi
        e dove guardiamo questa luna e queste stelle
        che ancora per qualcuno
        non sono solo puntini bianchi sparsi nell'immensità del cielo.
        Con queste onde,
        con queste nuvole,
        con questa musica,
        con questa vita
        ho smesso per sempre di sentire
        e ascolto.
        Alessandro Bonfanti
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di