Scritta da: Mariacarmela Scotti

Il silenzio

Quando il silenzio
si impadronisce della notte,
i ricordi pronunciano il tuo nome,
quando nella mia testa risuona
il pensiero di te,
capisco che ti amo ancora,
e finché la saggezza mi tradirà,
l'eterno di noi
non avrà mai fine
perché so,
che dovunque tu sia
l'amore per te
rimarrà in quel segreto
che il silenzio
non osa nascondere.
Alessandro Ammendola
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mariacarmela Scotti

    Devo trovarmi

    Devo trovare l'oblio,
    per cercare la disperazione,
    quando il tuo passato torna
    e la mia solitudine aumenta,
    devo cercare quel luogo
    dove esistono notti
    senza abbracci
    e giorni senza baci.
    Devo trovare l'oblio,
    per ripararmi dal freddo
    della tua assenza,
    ma se così non fosse,
    chiedo solo
    che qualcuno mi dica
    dove posso trovarlo.
    Alessandro Ammendola
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mariacarmela Scotti

      Lacrime su carta

      La guardai negli occhi,
      e vidi solo silenzio,
      con coraggio le chiesi
      se esisteva ancora
      amore per noi
      ma nei suoi occhi
      c'era la paura.
      La paura di perdersi
      in quella domanda
      così troppo grande
      davanti
      a questo amore
      ormai spento,
      sentii la sua voce dirmi
      che non poteva amarmi.
      E fu così
      che voltai le spalle,
      perché
      non volevo che lei vedesse
      le mie lacrime
      e andai via.
      In quel momento
      capii che non l'avrei
      mai più vista,
      ed un urlo
      un unico urlo
      usci silenzioso
      dalle mie labbra
      dicendogli
      che avrei voluto da lei nulla più,
      nulla meno,
      se non lei.
      Alessandro Ammendola
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Mariacarmela Scotti

        Voglio che tu sappia

        Voglio che tu sappia
        che non ho mai conosciuto nessuno
        che in un soffio di vento,
        riuscisse ad amarmi
        come una calda giornata d'estate.
        Voglio che tu sappia
        che mai nessuno aveva lasciato
        sulla tela della mia memoria
        sfumature d'amore,
        come tu l'hai fatto con la tua essenza.
        Io non so di te,
        non so come amare,
        ma ho conosciuto l'amore
        quella senza paura né ragione.
        Alessandro Ammendola
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di