Poesie di Alessandra Rambaldi

Casalinga, nato sabato 18 febbraio 1956 a Ravenna (Italia)

Scritta da: Alessandra Rambaldi

A mia madre Antonietta

A te mamma,
che quando arrivavo
mi buttavi le braccia
al collo, e un grosso bacio
si poggiava dolcemente
sulla mia guancia.

Ricordo lo splendore, delle
nostre giornate insieme,
al mare, sdraiate sulla
sabbia sotto il sole cocente.

Il raccontarci il vissuto,
dei giorni tuoi,
fra le lacrime e gioie passate.

Il tuo gioco preferito, che
con amore non dimenticavo
mai, di portare con me,
le bocce
eri molto brava e
ricevevi applausi
da chi ti guardava.

Sono ricordi, i più belli
quello che mi è rimasto
di più nel cuore, ed io e
solo io, so il bene che ti
ho voluto, e che ti voglio.

Rimarrai per sempre
nel mio cuore, hai
lasciato più vuoti, i giorni miei
finché un giorno ci rincontreremo
e in attesa di un'altro dolce bacio
ti dedico questa poesia d'amore per te.

Ti voglio bene, mi manchi tanto.
Alessandra Rambaldi
Composta mercoledì 25 luglio 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alessandra Rambaldi

    Pugnali nel cuore

    Dalla carta usciva
    l'urlare delle tue parole,
    pungenti come pugnali appuntiti
    che ti attraversano e ti spezzano il cuore,
    lanciandosi verso un orizzonte che non esiste.
    Cerco l'essenza di mio figlio quel bambino
    così dolce invidiato da tutte le madri e
    che tutte vorrebbero, dove sei?
    L'ho perso nei meandri di questa vita, che
    tutto ti da e tutto ti toglie,
    il mio cuore ha pianto e riso per te.
    Quando avevi paura della vita e
    le cose che ti circondavano
    c'ero io a consolarti e proteggerti
    sempre e solo io,
    una madre potrà solo e sempre amarti, chi ha voluto allontanarti da me non merita il tuo amore,
    che è solo un riflesso in uno specchio,
    non potrei mai mentirti. Ti voglio bene.
    Alessandra Rambaldi
    Composta domenica 8 luglio 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Alessandra Rambaldi

      Vera eroina

      Tu donna pilastro di forza,
      sostieni il mondo solo col tuo sorriso,
      non ti arrendi mai
      sopporti i soprusi, le malvagità,
      le guerre, le ingiustizie date dai tuoi stessi figli,
      solo per questo meriti un giorno di
      avere un posto speciale perché
      ci vuole coraggio a sopportare tutto questo,
      tu sei l'eroina e sempre lo sarai e oggi
      8 MARZO vieni quasi incoronata, ma domani?
      Alessandra Rambaldi
      Composta lunedì 8 marzo 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di