Scritta da: Alessandra Magnano

Sogno

Magari la vita non è un sogno
Ma il sogno è la mia realtà
Fatto di stelle e di amore
e vivo solo per immaginare

Apro la porta e vedo
Quello che ho sempre desiderato
e invece nella vita reale
Quando arriverà?

Mi affaccio dai miei pensieri
e vedo quello che vorrei vedere
Quanto è bello guardare
Solo quello che amo
Sognare.
Alessandra Magnano
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alessandra Magnano
    Confusa e stregata
    la luna
    meringa sbriciolata
    che ingrassa i baobab
    del sentiero
    dal cuore di uno parte
    la mano che tocca
    s'infila nel cuore dell'altro
    e corregge il battito leggero.

    Confuso e cocciuto il cuore
    non segue il comando
    continua a correre sul sentiero
    al suono di una canzone
    che respira piano
    al ritmo dell'andare di un treno
    con i finestrini chiusi
    bloccati da viti d'acciaio.

    Continua a sognare il cuore
    ingannato dai ricordi
    soltanto un bacio dell'angelo
    sul sentiero
    lo convincerà che adesso
    è tutto vero.
    Alessandra Magnano
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Alessandra Magnano
      Perché la pioggia bagna le tegole nere
      Perché le finestre guardano da tende viola
      Perché il cielo piange il mondo da occhi grigi
      Tu non vivi.

      Perché le pozzanghere scandiscono i tuoi passi
      Perché i fiori calpestati non si rialzano
      Perché la nebbia nera impedisce di vedere
      Tu non vivi.

      Perché il sogno è sogno
      Perché la vita è vita
      Perché la magia dei tuoi occhi è stata sostituita
      Tu non vivi.

      Alzati dal letto
      e cammina attenta
      Guarda di fare errori
      Senza paura
      Questa è sola un'avventura.
      Alessandra Magnano
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Alessandra Magnano

        Nascondino

        E ritorna tutto come
        Poco tempo fa
        Quando la malinconia
        Assaliva l'animo mio
        E io
        Non potevo far altro
        Che ascoltare
        Il mio cuore che
        Si frantumava a ogni
        Sospiro
        Di infelicità.
        Le notti
        A piangere e
        A lamentarsi con Dio
        Perché tu
        Non eri là.
        E mi rifugiai
        in mille
        Braccia sconosciute
        Capendo
        Che con l'amore
        Non si può giocar
        A nascondino
        Perché tanto
        Primo o poi
        Ti ritroverà.
        Alessandra Magnano
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di