Le migliori poesie di Alda Merini

Poetessa e scrittrice italiana, nato sabato 21 marzo 1931 a Milano (Italia), morto domenica 1 novembre 2009 a Milano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Andrea De Candia

Amami

Amami
e nel ricordo prendi la fionda antica
e battimi i capelli. Mi vedrai crescere
nera come la foresta dell'Amazzonia,
ma se scosti i miei rami vedrai nella mia lingua
uccelli variopinti e paradisi terrestri.
Allora non pregare il Signore,
perché la dovizia del mio canto
io l'ho rubata a lui in un giorno di distrazione.
Alda Merini
Composta domenica 12 aprile 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Barbara Brussa

    A tutte le donne

    Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
    sei un granello di colpa
    anche agli occhi di Dio
    malgrado le tue sante guerre
    per l'emancipazione.
    Spaccarono la tua bellezza
    e rimane uno scheletro d'amore
    che però grida ancora vendetta
    e soltanto tu riesci
    ancora a piangere,
    poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
    poi ti volti e non sai ancora dire
    e taci meravigliata
    e allora diventi grande come la terra.
    Alda Merini
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Barbara Brussa

      Ai giovani

      Bella ridente e giovane
      con il tuo ventre scoperto,
      e una medaglia d'oro
      sull'ombelico,
      mi dici che fai l'amore ogni giorno
      e sei felice e io penso che il tuo ventre
      è vergine mentre il mio
      è un groviglio di vipere
      che voi chiamate poesia
      ed è soltanto tutto l'amore
      che non ho avuto
      vedendoti io ho maledetto
      la sorte di essere un poeta.
      Alda Merini
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Barbara Brussa

        A Mario

        Se ti dicessi che ti amo
        direi una infame bestemmia
        perché i fratelli non si amano mai
        eppure è vero; nel fuoco dell'arte
        abbiamo un amore in comune,
        questo non posso dimenticarlo
        e dirti ti amo per un poeta
        assume un significato diverso
        dal volgere umano delle cose.
        Amo i tuoi orizzonti impossibili
        la tua coscienza perfetta
        il tuo volgere ad ogni stagione,
        la tua pennellata distratta
        la tua fiducia in te,
        che è in fondo l'umiltà di Cristo
        che pure era figlio del Padre.
        Alda Merini
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di