Poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Donna

Il valore di ogni donna non ha eguale
donna
amata intensamente
accarezzata
sfiorata
donna sublime incanto
l'uomo della donna non è mai stanco
lei la stella del mattino
lei la custode del suo bambino
lei rallegra il cuore, ama con ardore.
Lei donna giovane, bella
lei donna mamma, nonna, una stella.
Lei a qualunque età è la gioia da conquista.
Ada Roggio
Composta martedì 25 febbraio 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    8 marzo festa della donna

    A te che sei il centro di ogni pensiero.
    A te che sei il sole.
    A te che sei la stella.
    A te che sorridi, quanto sei bella.
    A te che regali amore.
    A te che dai tutto il tuo calore.
    A te che sei donna armoniosa, eccoti una rosa.
    Rosa che parla d'amore per ogni donna.
    Rosa vellutata, la donna va sempre amata.
    Ogni giorno, ogni istante.
    Come in un romanzo, buon otto marzo.
    Ada Roggio
    Composta lunedì 24 febbraio 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      Speranze

      Dietro le grate di un cielo verde.
      Occhi.
      Occhi grandi.
      Occhi piccini.
      Occhi invecchiati.
      Occhi stanchi.
      Occhi ricchi di speranza.
      Sono lì dietro le grate del mondo ad aspettare.
      Mentre il mondo ricco di avarizia.
      Falsità.
      È chiuso dalle mani nere che lo trattengono.
      Mani ricche.
      Mani sovrane.
      Mani nere che hanno imprigionato l'umanità.
      Mentre il lusso primeggia oltre le grate.
      Ada Roggio
      Composta venerdì 21 febbraio 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Ada Roggio

        Speranze

        Dietro le grate di un cielo verde.
        Occhi.
        Occhi grandi.
        Occhi piccini.
        Occhi invecchiati.
        Occhi stanchi.
        Occhi ricchi di speranza.
        Sono lì dietro le grate del mondo ad aspettare.
        Mentre il mondo ricco di avarizia.
        Falsità.
        È chiuso dalle mani nere che lo trattengono.
        Mani ricche.
        Mani sovrane.
        Mani nere che hanno imprigionato l'umanità.
        Mentre il lusso primeggia oltre le grate.
        Ada Roggio
        Composta venerdì 21 febbraio 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di