Scritta da: Brunason

(Sempre più) libera

Libera di essere ciò che desidero.
Libera di essere (semplicemente) ciò che sono.
Libera di volere e di volare.
Libera di ridere e di cantare.
Libera di danzare e di amare.
Libera di piangere e di urlare.
Libera di sognare.
E guardare.
E non smettere mai d'imparare.
E provare e riprovare.
Senza mai mollare.
Alzando al cielo gli occhi ed il cuore.
E ringraziare
di poter ancora imparare a volare.
Ada Ferrante
Composta giovedì 18 agosto 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Brunason

    Editing

    Sullo sfondo un po' cupo
    del mio orizzonte
    monto con cura
    ogni mia riflessione.

    E vedo un bel campo
    di erba filata
    con panna montata
    crema e bignè.

    Una cima glassata
    di fin cioccolata
    al profum di vaniglia
    sfumato al caffè.

    E laghi lucenti
    come specchi ridenti.
    riflettono il cielo
    ammorbidito al gelato.

    Peccato che è nero
    di pece e bitume
    guastato dal greve
    concetrato di sé.

    Indovina cos'è?
    È un bel quadro d'autore,
    pennellate graffianti.
    Non vengon da me!
    Ada Ferrante
    Composta domenica 31 luglio 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Brunason

      Er tafano

      C'era 'na mosca che ronzava
      e prepotente s'agitava.
      Aggressiva s'impennava
      e senza posa cianciava.

      S'era accampata dentro casa mia
      manco fosse 'n'abbazzia.
      Nun me riusciva de' caccialla via
      e m'empediva a pensa' a li... fatti mia.

      Ce 'o lo so, non è mica corpa mia.
      Certo, ce vorrebbe un po' de... diplomazzia!
      Ada Ferrante
      Composta martedì 5 luglio 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Brunason

        Nasconnarella

        E' 'n pastrocchio colossale.
        Zitto, zitto, t'ho beccato.
        No, per me, nun sei normale.

        Manco 'n poco, per davvero
        Un, nessun e milleccento.
        Tutti sempre a spara' a zzero.

        Sei de ccerto er mijore
        Der travestimento sei 'n maestro.
        'n mago a fa' er rompitore

        Senza manco arifjatà
        - va a capi', proppio con' mme -
        sputi sentenze a sazietà.

        Te sei dato un gran dafa'!
        Mo' me sa che m'arilasci
        Finarmente a respira'.
        Ada Ferrante
        Composta martedì 5 luglio 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di