Frasi inserite da Maria Rosaria Cutelle'

Questo utente ha inserito contributi anche in Poesie, in Racconti e in Diario.

Scritta da: Maria Rosaria Cutelle'
Lacrime d'autunno piovono dai miei occhi come gocce iridescenti di rugiada che si posano sui fiori.
Te ne sei andata in una soleggiata domenica di fine ottobre lasciando in me vuoto, tanto vuoto e tanto dolore. Il tuo corpo inerte, la tua bocca muta il tuo sorriso e il dolce sguardo spento per sempre da una crudele malattia che ti ha portato via dai tuoi affetti. La vita è ingiusta. Avrei voluto starti più vicina, tenerti la mano, confortarti ma non ce l'ho fatta.
Mi manchi, manchi a questo cuore che piange e che mai niente e nessuno potrà consolare. Dolce amica della mia infanzia, ti ricorderò di un ricordo struggente. Ora restano, i ricordi, i cari oggetti che mi hai donato, le foto dei momenti felici, i sorrisi, vivo nel tuo ricordo.
Addio per sempre. Riposa in pace dolce zia lilla. Ciao dolce angelo. Grazie per tutto.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Maria Rosaria Cutelle'
    Era il 7 settembre, l'aria era frizzantemente allegra. Ma ad un tratto scese un'aria di neve perché tu non c'eri più. Tu, perla di rara dolcezza, tu poeta, tu cantore d'infinito amore eri andato via per sempre. Hai lasciato tanto vuoto e solitudine in tutti noi ma questa solitudine che tu ci hai regalato la coltiveremo per sempre come un fiore, un bellissimo fiore come lo sei stato tu.
    Composta domenica 12 agosto 2012
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Maria Rosaria Cutelle'
      Mi si stringe il cuore quando faccio per uscire di casa. Passo davanti a quelle persiane chiuse. Quante cose hanno visto quelle mura, mi hanno visto neonata, ragazzina e infine donna. Mi hanno visto sorridere e piangere. Mi hanno visto correre felice a perdifiato. Non mi resta che il ricordo e qualche lacrima che ogni tanto attraversa il mio viso. Non mi resta che il tuo sorriso nel cuore. Quelle persiane si sono chiuse un anno fa quando in quel pomeriggio di fine ottobre mi hai lasciato per sempre. Ricordo ancora l'ultima carezza che ti ho dato, quella carezza carica d'amore ma anche piena di tristezza e amarezza, quell'ultima carezza che segnava il distacco. Voglio pensare che tu sei in cielo, lì in mezzo alle dorate stelle, voglio pensare che sei lì a vegliare su di me. Ogni volta che guardo il cielo penso a te. Ti voglio bene zia Lilla.
      Composta giovedì 1 novembre 2012
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di