Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: ODIOSA
Sei sbucato all'improvviso nella mia vita come un fiorellino che sboccia inaspettatamente in un prato spento.
Giorno dopo giorno ti sei fatto strada nel mio cuore ed io non vedevo che piano piano spazzavi via le paure, i dubbi e diventavi sempre più la mia certezza. Senza rendermene conto riempivi tutti i miei momenti ed eri per me cielo, sole, aria; scoprivo un sentimento nuovo, strano, perché anche quando chiudevo gli occhi ti vedevo accanto a me.
Io, schiva riservata, spaventata dal mondo sempre pronto a tradirti, a umiliarti, a ferirti; ma tu no... eri diverso.
Tu non mi avresti mai fatto del male.
Io lo sentivo, era il cuore a dirmelo ed io mi lasciavo guidare.
Sapevo di essere la tua vita, il tuo universo, il tuo amore, aspettavo soltanto che tu te ne rendessi conto.
Ma il cuore si sbagliava, esso non ha cervello per pensare, non ha occhi per vedere, non ha orecchie per sentire.
Non pensava al dolore per un amore sbagliato.
Non vedeva i tuoi sorrisi beffardi
Non sentiva le tue parole cattive
Il cuore non sa che più ti apri all'amore più diventi fragile, più dai fiducia più diventi preda
Non eri un fiore... eri solo un piccolo mostro scappato dall'inferno.
Composta venerdì 31 luglio 2009
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: ODIOSA
    Si osservavano
    scheletri
    avanzare lenti
    e precipitare
    lungo l'abisso
    dell'oscurità

    Si vedevano
    scheletri
    affondare
    in un fango di lacrime
    stringendo tra le dita
    briciole di vita

    si incolonnavano
    scheletri
    in lunghe file di numeri
    con impressi sulla pelle
    timbri di crudeltà
    umana

    Adesso
    piccole stelle spente
    brilleranno
    per sempre
    nei cuori di chi
    non li ha dimenticati.
    Composta mercoledì 26 gennaio 2011
    Vota la frase: Commenta