Scritta da: Giuseppe Cepparulo
L'ho vista sempre farsi in quattro per riuscire a fare tutto. L'ho vista combattere battaglie che chiunque avrebbe definito impossibili. L'ho vista vincerle, quelle battaglie. L'ho vista preoccuparsi oltremodo per me e l'ho sentita spesso avvicinarsi al letto, di notte, soltanto per accarezzarmi il viso. L'ho vista sorridere quando raggiungevo un traguardo che credevo difficile e l'ho vista nascondere la rabbia, quando l'ostacolo ai miei sogni erano i limiti e i pregiudizi degli altri. L'ho vista tenace nel difendere i suoi valori e ho capito ben presto che sarebbero stati anche i miei. L'ho vista asciugarsi velocemente le lacrime quando per la prima volta le ho chiesto cosa fosse l'amore e poi ho subito aggiunto che per me l'amore era lei. L'ho vista guardarmi con gli occhi adoranti di chi sta ammirando un eroe che esiste davvero. L'ho vista ripetermi che nella vita non si può avere tutto, ma l'ho vista anche impegnarsi per potermelo dare, quel tutto. L'ho vista esattamente così, la mia mamma. Ed è la mamma che il mio cuore sceglierebbe di nuovo ogni giorno.
Serena Santorelli
Composta venerdì 1 luglio 2016
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Libripassion
    Sento il bisogno di dirti ciò che penso di te. In te ho scoperto, nel tempo, una ragazza dolce, attenta, premurosa, sensibile e anche piena di passione. Queste qualità, soprattutto tutte insieme, oggi non si trovano. Perciò, un uomo che di fronte a tutto questo si è tirato indietro e non ha saputo cogliere la grandezza che ti porti dentro, proprio non poteva andare per te! Per te ci vuole un uomo che riconosca la tua sensibilità e la rispetti. Che quando parla, stia attento alle parole che usa, perché sa bene quanto è facile ferirti. Che non ti lusinghi solo per portarti a letto, perché una come te, nel letto ci lascia il cuore. Dunque, se è così che è andata o se così andrà nel futuro. Tu non accontentarti. Le passioni mediocri lasciale alle persone mediocri e permetti soltanto ad un amore grande di emozionarti veramente e perché no, qualche volta anche di farti male. Ti abbraccio, come sempre.
    Serena Santorelli
    Composta lunedì 11 febbraio 2013
    Vota la frase: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di