Scritta da: devasundari
Vorrei un Natale "comunista"
in cui i ricchi non regalassero le loro briciole ai poveri
per sentirsi meno in colpa,
e i poveri non si accontentassero delle briciole
per sentirsi almeno una volta all'anno
meno poveri.
Vorrei un Natale
dove le mani battessero pentite
su preziosi petti pieni
e non su carcasse vuote.
Vorrei novene e canzoni
che sgorgassero dal cuore
piene di significato
e non di note indecifrate,
urlate da bocche che non capiscono.
Vorrei soltanto un Natale vero.
Rosalia Maria Lo Bue
Composta domenica 3 novembre 2013
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di