Scritta da: Roberto Giovannetti
Ti ho incontrata in un cerchio e mi hai morsicato tutti gli angoli del mio quadrato. Fino ad aprire un triangolo e rimanere in sosta di emergenza nel pentagramma che ci accoglie ogni giorno. Non sono note quelle che senti, sono solo sospiri perché sei lontana. Ma se ti volti, mi vedi, sono lì, che gioco a far ombre cinesi sulla Luna. Il nostro ponte che unisce ogni distanza.
Roberto Giovannetti
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Roberto Giovannetti
    Io non so quando potrò davvero essere tuo. Ne quando tu, davvero mia. Ma sono certo che ci apparteniamo, adesso. I nostri spiriti lo sanno, lo sapevano già dall'inizio. Il loro movimento è un armonia che mi accompagna in ogni nota del giorno. Continua anche la notte. Sento il tuo respiro. Sento il tuo addormentarsi come il rifugio di un arcobaleno stanco. Sento il tuo carezzarmi ad ogni respiro.
    Roberto Giovannetti
    Composta martedì 17 gennaio 2012
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Roberto Giovannetti
      Mi manchi. Come elio per un palloncino, come la luna per le maree, come un pentagramma senza note, come un bambino senza Nutella, come un cerchio senza centro ed un quadrato senza angoli, come la terra senza gravità, come il sistema solare senza sole, come la via lattea senza latte, come l'universo senza un verso.
      Roberto Giovannetti
      Composta venerdì 10 settembre 2010
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di