Scritta da: lafiorentina
Lascia che sia il tempo ad interrogarti e non il benpensante che incontri per strada o leggi sul giornale. I suoi occhi non sono sinceri, le sue non sono vere domande. Ti chiede come stai e cosa pensi, ma non chiede mai chi sei. Parla di massimi sistemi, di sublimi democrazie intellettuali e libertà assolute. Vuole solo illuderti che il denaro ed il possesso siano le chiavi della felicità, eppure esistono uomini talmente poveri da possedere solo un ricco conto in banca e nient'altro. Lascia che sia il tempo, allora. Non permettere a nessuno di trattarti come un mero bene di consumo, qualcosa di utile finché serve, un limone da spremere finché rimane un po' di succo. Ricorda che sei unico e irripetibile. Ricorda che lo sei soltanto perché esisti e l'alternativa a vivere è il non vivere e il buio è sempre peggio della penombra, dove il nulla si annichilisce nel tutto. Lascia che sia il tempo, solo così ti accorgerai che moriamo in ogni istante e in ogni istante nasciamo rinnovati, perché tutto accade una volta sola, ma il divenire concede sempre un'altra possibilità. Lascia che sia il tempo, amico mio, che sia Pasqua vera, Gioia e Risurrezione. Vita per sempre.
Guido Mazzolini
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: lafiorentina
    A chi cerca ancora un luce, una certezza che possa contenere, assemblare il disordine, rendere più sopportabile l'insopportabile. A chi ancora ti domanda "Chi sei?" E non i soliti, banali "Come stai?" A chi ancora nasconde un sorriso e a chi lo regala senza aspettarsi niente in cambio. A chi crede alle fiabe e a chi crede alla Vita, la fiaba più bella fra tutte. A chi attende qualcuno che è già arrivato, ma che ancora deve incontrare. A chi conta le stelle in una tazza di caffè, per poi cominciare da capo. Alle mie parole, ai tuoi sogni, al mio tabaccaio ed al mio gatto. A me, a te, a noi. Buon Santo Natale.
    Guido Mazzolini
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: lafiorentina
      Ti auguro di trovare il mare delle fragole, il mondo perfetto, quello dove tutto è comprensibile ed anche il mistero diventa desiderio e sogno. Quello che meritiamo, quel poco di felicità che ci manca, il posto dove sentirsi meno imprecisi e incompleti. Quello è il mare delle fragole ed io sarò seduto ad aspettarti con il mio vestito migliore e senza scarpe, perché quando verrà quel giorno il mare delle fragole l'avrò trovato anch'io. È incredibile, forse anche puerile e un po' imbecille, ma ti voglio bene.
      Guido Mazzolini
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di