Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Giorgio Baiardi
Tu eri già qui. Ma io non avevo porte aperte e le mani sporche di fango. In un tempo lontano, l'Amore era scivolato su di me, come in una stanza piena di luce, dove la luce non riesce a trattenere nulla. In tutto questo tempo, ho impreziosito la stanza, con molti quadri che nessuno, però, ti rappresenta. Ma tu sei già qui, apri la porta. I ricordi. È stata immediata, nuova felicità.
Vota la frase: Commenta