Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Giorgia Stella
A te che è già mattina e sonnecchi ancora un po'. A te che resti pigra abbracciata al tuo cuscino, a te che "ancora cinque minuti" e poi mi alzo. Che poi pensi: giusto cinque minuti, perché il troppo tempo passato a dormire ti fa perdere il vivere. Il cuscino lo ritrovi stanotte e può aspettare, la vita no.
Composta martedì 6 ottobre 2015
Vota la frase: Commenta