Perdo le parole; sfuggono, si nascondono qui, qui dentro il petto, le sento salire e fermarsi in gola come un gomitolo di piombo. Non riesco a farle uscire, rimangono lì, a bloccarmi il respiro, e intanto piango, immobile sul mio letto disfatto con il cuscino macchiato di trucco; scrivo. Che scrivo a fare? Tu non torni, tu non torni, non torni mai. Che amo a fare? Scrivere, amare, è lo stesso! Scrivo di te, amo di te, sempre tu in mezzo, dentro il petto, nella gola, come un gomitolo di piombo, quello che non riesco a cacciarmi via da dentro.
Federica Maneli
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di