Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Elisa Rasicci
Una famiglia con te, è ciò che voglio di più da questa vita. Ti immagini? Un piccolo noi, che avrà i tuoi occhi e il mio naso. Un piccolo noi, che correrà per casa chiamandoci 'mammà e papà'. Le parole più belle al mondo. Litigheremo sicuramente sul nome, e io non farò altro che comprare tutine, vestitini e scarpette. Prepareremo la sua camera, ricca di colori e disegni. Faremo il conto alla rovescia, e non vedremo l'ora di stringerlo tra le braccia. Ti immagino già tra pannolini e pappe. E poi lo accompagneremo il primo giorno di scuola, un po' emozionati e un po' increduli dalla meraviglia di quella creatura, di nostro figlio. Verrà poi il suo primo amore, come è stato per noi. Si innamorerà, avrà la sua vita fatta di successi e sconfitte. Avrà anch'esso una famiglia, e io e te diventeremo nonno e nonna. Le altre due parole più belle al mondo. Voglio tutto questo, con te. Vedrai, anche se non sarà sempre facile ne varrà la pena quando vedremo il suo sorriso che non chiede altro che amore.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Elisa Rasicci
    In amore vince chi fugge? No, non è così.
    In amore vince chi sceglie ogni giorno di restare, nonostante i difetti e le incomprensioni. In amore vince chi ha ancora la forza di abbracciarsi, dopo un litigio. In amore vince chi riesce a regalarsi un sorriso, dopo un'intera giornata di lavoro. In amore vince chi affronta i problemi della vita insieme, mano nella mano. In amore vincono quelli che si guardano negli occhi, e non hanno bisogno di parole perché si conoscono a memoria. In amore vince semplicemente chi si ama, ma davvero. Ed io con te, ho decisamente vinto.
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Elisa Rasicci
      È una di quelle sere da cioccolata calda, plaid e film d'amore. È una di quelle sere in cui il vento, sfiorando le foglie secche degli alberi sembra quasi pronunciare il tuo nome. È una di quelle sere in cui non riesci proprio a prender sonno, perché il suo pensiero ti riempie la mente. È una di quelle sere, in cui darei tutto ciò che ho per un tuo abbraccio.
      Composta mercoledì 7 novembre 2012
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Elisa Rasicci
        Mi capita spesso di pensare a cosa sarebbe la mia vita, senza lui. Credo tra l'altro, che nemmeno potrebbe chiamarsi vita. Credo che il termine più giusto sia sopravvivenza, si. Una ricerca disperata di star bene, quando in realtà l'unico motivo per sorridere sarebbe lui. Lui che amo chiamare 'vità, perché è respiri, cuore, emozioni e molto molto di più. Mi sveglierei al mattino, col suono della sveglia e non con il suo solito abbraccio. Non ci sarebbe la sua voce a dirmi buongiorno principessa. Farei colazione, molto probabilmente con i suoi biscotti preferiti per sentirlo ancora vicino a me. E la giornata scivolerebbe lenta, senza emozione alcuna. Farei le mie cose, quelle per le quali ero il suo orgoglio. Cercherei il suo sguardo, in ogni passante. Cercherei il suo profumo, tra la gente. Mi ricorderei di mangiare, solo perché lui amava farlo e perché si arrabbiava quando mi ostinavo a seguire qualche dieta. La tv, non avrebbe colore. Nella stanza, non ci sarebbero le nostre risate felici, e spensierate. Andrei a letto, con una mano sul suo cuscino e una lacrima di sicuro bagnerebbe il mio. Nessun 'buonanotte meraviglià, prima di sprofondare in qualche bel sogno che parla di noi. Niente, soltanto il buio a circondarmi. Soltanto la solitudine a cullarmi nella notte. Senza lui, non sarei quel che sono oggi. Per fortuna che c'è.
        Composta giovedì 15 novembre 2012
        Vota la frase: Commenta