Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Carla Compierchio
Ci sono giorni in cui senti che la strada che hai intrapreso è quella giusta e ti affretti a percorrerla nel modo migliore, emozione dopo emozione, cercando di ponderare al meglio le tue scelte, passo dopo passo, senza farti condizionare da nessuno; e ci sono giorni in cui senti che le tue "certezze" stanno per venire meno, i giorni duri, quelli che vorresti far passare in fretta, quando senti il cuore battere forte in gola e credi di camminare senza una meta. È in quei giorni che rafforzi la tua fede, il tuo sentire, perché a cadere si fa presto, è rialzarsi che è difficile. È quello il momento più delicato, quello in cui ci si può perdere.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Carla Compierchio
    Le cose non tornano mai come erano prima, o perlomeno non come vorresti.
    Le cose cambiano in continuazione, appunto le cose, ma la "situazione" resta uguale, è come se il passato avesse una piccola parte nel presente e tu ti convinci che è inutile rincorrere il futuro, cercare di farlo arrivare il più presto possibile perché speri che sia diverso, tanto arriva da solo.
    E allora fai dei nodi e da lì riparti, ti aggrappi a loro quando stai per scivolare, ché magari li hai fatti in momenti belli della tua vita che sono passati troppo in fretta e dei quali ti restano immagini indefinite come quelle che non riesci a mettere a fuoco guardando dal finestrino di un treno che viaggia velocemente.
    E così diventa un po' più facile. E quando sono lì che ti accarezzo le dita, sciolgo quel nodo di quando ti ho visto camminare, immagini anche loro sfocate, perché durate troppo poco, chiudo gli occhi: ti tolgo le scarpe e ti immagino libero, camminare per la città.
    Ed è l'unica cosa che posso fare oltre a sussurrarti di non aver paura, che io ci sarò, che i miei nodi sono fatti dei nostri fili intrecciati che ogni volta proverò a sfilare senza aver timore di ricominciare.
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Carla Compierchio
      Impari a proteggerti, ma lo fai senza spade, solo scudi: le tue mani. Pari i colpi aprendo i palmi e osservi il mondo tra gli spazi delle dita.
      Impari anche ad usare le parole, anche se spesso non escono come e con chi vorresti, perché ti stanchi di mostrarti e di essere considerata come quella "forte". Vorresti mostrare anche le tue debolezze, che sai tendere le mani. Vorresti che le prendessero non solo perché le tendi, ma anche perché tremano.
      E la corazza che la vita ti ha portato a costruirti, inizia a starti stretta, anche se sai che ti tiene dritta quando senti che stai per spezzarti.
      E resti in attesa di quell'abbraccio, l'unico che riuscirà a spezzare la tua "armatura" e a tenere unita ogni parte di te.
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Carla Compierchio
        Non "uguale" agli altri, perché non hai mai provato ed essere come loro. Lasciavi che gli altri fossero "diversi" da te e ci riuscivi bene.
        Non hai molti anni sulle spalle, ma la tua schiena è piena di orme di chi ti è passato sopra senza mai guardarti negli occhi. E nonostante tutto hai dispensato tanti sorrisi perché la tua schiena malridotta non ti ha mai fatto inaridire.
        Porti avanti i tuoi valori senza piegare la tua dignità, perché adesso hai imparato a "ripararti" e lo sai che elemosinare briciole dagli altri non è un sentimento verso nessuno. E per te solidarietà e lealtà saranno sempre gli altri nomi dell'Amore, ma solo in libertà.
        Vota la frase: Commenta