Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Antonio Curnetta
Buon Natale agli ultimi, ai dimenticati, a chi ha lottato per tutta la vita contro la sorte ed oggi lotta contro l'indifferenza. A chi ha perso il treno giusto e la vita non gli ha concesso una seconda possibilità. A chi non ha nessun posto dove andare, nessuno da abbracciare e nessuno con cui parlare. A chi chiude la porta al mondo e in silenzio piange la sua solitudine, sperando solo che questo Natale passi in fretta. Perché vedere gli altri felici fa male, quando sai che anche tu meriteresti un briciolo di felicità. Buon Natale a chi si ricorderà di queste persone, e con un gesto, una parola, un abbraccio o un invito a sorpresa accenderà la luce nei loro occhi. Buon Natale a chi crede alla famiglia e, se ci crede, ha il dovere di pensare anche a chi non ha famiglia.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Antonio Curnetta
    Auguri a noi che siamo caduti, ma ci siamo sempre rialzati.
    A noi che abbiamo sofferto, ma abbiamo imparato la lezione e ci siamo tenuti il dolore dentro con grande dignità.
    A noi che continuiamo a sorridere, malgrado tutto e tutti, e malgrado la sorte non troppo benevola.
    A noi che brindiamo al nuovo anno, non perché crediamo che da domani come d'incanto tutto si aggiusti, ma perché per oggi vogliamo mettere da parte i problemi e divertirci anche noi.
    A noi che da domani siam pronti di nuovo a rimboccarci le mani per tirare avanti nel migliore dei modi, giacché nessuno ci regala niente.
    A noi che contiamo solo su noi stessi e su quelle poche persone preziose che col tempo abbiamo imparato a riconoscere e tenerci strette.
    A noi che meriteremmo un po' di felicità, perché anche nei momenti più difficili non abbiamo mai smesso di amare la vita.
    Un brindisi a noi e alle persone meravigliose che siamo.
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Antonio Curnetta
      Un giorno rimpiangerai le persone che c'erano quando avevi bisogno di aiuto, e tu non ti sei mai premurato di chiedere se anche loro, qualche volta, avessero bisogno di te.
      Rimpiangerai le persone che c'erano e ti ascoltavano quando avevi bisogno di parlare, di sfogarti ma non ti sei mai preoccupato se anche loro avessero qualcosa che gli scoppiava nel cuore.
      Rimpiangerai le persone che c'erano, ti incoraggiavano, sostenevano i tuoi successi, e non ti sei accorto che per te trascuravano la loro vita.
      Rimpiangerai le persone che c'erano, e ti amavano in silenzio, sopportando il tuo carattere, i tuoi brutti momenti, la tua mancanza di attenzioni e di gentilezza, il tuo egoismo.
      Un giorno rimpiangerai quelle persone che c'erano e tu non hai fatto nulla perché restassero.
      Vota la frase: Commenta