Scritta da: pasqualsito
Un augurio agli amici e ai parenti e pure ai conoscenti, l'anno vecchio se né andato, apriamo le porte al nuovo arrivato, che sia ricco di salute e tanta serenità e con molta prosperità. Un augurio agli ammalati e pure ai carcerati, un augurio a chi a lavorato senza essere guardato il pensiero va agl'infermieri e un'altro ai sanitari che hanno avuto il loro da fare, un'altro va ai pompieri e ai carabinieri ce pure la polizia che ci osservano per le vie e, tutti gli altri corpi che sia privata che sia locale che sia quella forestale ma senza dimenticare anche penitenziaria.
Per la tranquillità della nazione non dimentichiamo l'aviazione, l'esercito e la marina e per quelli non menzionati vi auguro un buon anno nuovo arrivato 2018.
Anonimo
Composta domenica 1 gennaio 2012
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di