Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Alessio Perlotti
Ciao. Ti amo, vorrei scriverti qualcosa di lungo, ma dirti che sei perfetto e poi metterci un punto è abbastanza. Anzi fin troppo poco. Perfetto. Sei tutto ciò che ho sempre desiderato. Tra poco mi si spegnerà il cellulare in mano, ma voglio che vada così, come quando alcune volte voglio giustiziare la mia anima cercando di ricordarmi il tuo profumo, far si che mi entri in corpo, che sostituisca questo sangue impuro. Perché d'altronde l'amore è quando la felicità ha il tuo profumo. Scusami per tutte le volte che non sono abbastanza. Oggi ho passato una giornata bellissima, 12 ore fantastiche. Queste dodici che sono valse tutta la vita. Già, tutta la vita, tutto tu. Immaginati la mia vita senza di te, immagina niente. Nei tuoi abbracci trovo una casa. Nei tuoi baci trovo il respiro. Per te nessuna unità di tempo è abbastanza, ma per iniziare proverò con un "per sempre".
Composta venerdì 19 aprile 2013
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Alessio Perlotti
    Il tempo mi uccide. Tanti mi dicono "devi staccarti, devi distrarti, eccetera eccetera eccetera, lo so che è difficile ma eccetera eccetera eccetera" Non è affatto difficile, è impossibile. È come dire "Non hai voglia più di vivere? Beh allora muori un po' che tanto dopo risorgerai" Non sono Dio, sei tu che hai costruito e distrutto il mio mondo in due giorni.
    Composta mercoledì 17 ottobre 2012
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Alessio Perlotti
      Ciao.
      Mi ero ripromesso di aspettare mezzanotte perché lo so i 18 anni sono un'età speciale.
      E forse bisogna condividere questi momenti con gente speciale.
      Quindi per una volta mi volevo sentire speciale per te, ma ho preso specialmente freddo quindi sono mezzo morto con la febbre nel letto, sto per crollare, ma non mi sembrava giusto non farti gli auguri.
      A 18 anni i sogni iniziano a prendere forma, a farsi così "veri". La nebbia che li nascondeva, ora sembra diradarsi. Diventano più nitidi, si può quasi toccarli.
      Perché ti sto facendo questa barbosa presentazione? Perché i 18 anni sono una tappa importante, e quindi non dovresti sprecare a leggere messaggi stupidi come il mio.
      No scherzo, leggilo, lo sto scrivendo con il cuore.
      Una specie di "seconda lettera a cui non puoi appiccare fuoco se ti arrabbi con me"!
      Tornando all'Alessio serio, volevo dirti di non cambiare, mai. Per nessuno. Perché faresti uno sbaglio verso te stesso, e verso le persone che ti vogliono bene, che sanno volerti bene, cioè ti vogliono bene per quello che sei. E ritornando ai sogni, non smettere mai di correrci dietro. Lo vedo che lo stai facendo, e ti ammiro per questo. Sei così ambizioso, e a differenza di molti altri, parli poco e fai tanto. E per questo che ti stimo, a 18 anni sai già bene cosa fare, cosa vuoi, hai i piedi a terra, la testa in spalle, e le idee chiare in testa. Ritieniti fortunato, perché molti vorrebbero essere come te. Hai la possibilità di correre dietro ai tuoi sogni senza che siano tali, senza che siano "idilliaci" "solamente sogni". Non so come si chiamino, i sogni che non sono sogni, quei sogni che hanno realtà, e quindi praticamente non sono più sogni.
      Sei una grande persona, sei gentile, simpatico.
      La tua ambizione non è egoismo, solo voglia di crescere.
      Tornando all'Alessio stupido, auguri vecchio!
      Per i tuoi 18 anni, e per tutto il vecchiume che si farà sentire tra un po'!
      Composta giovedì 14 febbraio 2013
      Vota la frase: Commenta