Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi dai Film Sentimentali


Scritta da: Domenico De Rosa
- Patrizia: - Valeria, basta! Guarda che se non la smetti, ti faccio mangiare da zio Vincenzo!
- Vincenzo: - Pecché devi dì sti ccose a  'a guagliona?
- Patrizia: - No, niente Vince', è che sta diventando troppo terribile, 'e uno s'adda mettere paura...
- Vincenzo: - E uno s'adda mettere paura proprio  'e me? Sta tanta gente cca e me l'aggia mangià proprio io  'a guagliona? Eh no, pecché poi si ricorda  'e sta cosa, dice: "zio Vincenzo lo odio, perché da piccola mi dava i morsi, mi mangiava..." Ma pecché? Ce sta tanta gente, falla mangià da Alfredo.
- Alfredo: - Nun aggio capito... pecché, a me me po' odià?
- Vincenzo: - No, nun te po' odià; però fra tutt'e due, me e te, è meglio ca odia a tte (...) Tu, bene o male ormai, hai capito o no, stai a posto, non è che un domani dici: "aggio bisogno d' 'e nipoti ", pecché tieni na posizione, nun è ca... a me che ne sai, me faccio viecchio... dico " Valè, portami quello..." " No, perché tu mi mangiavi da piccola "... Mi odia già, hai capito che voglio dì? Ti odia a tte... tu parti, te ne vai... (...) Nun è pe' cattiveria, ca te voglio mettere contro  'a creatura, ma è meglio ca t' 'a magne tu...
Vota la citazione: Commenta