Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori Citazioni dei Film di Luca Lucini


Scritta da: Mo
A 18 anni ci sentivamo onnipotenti. L'unico sogno era imbucarsi nei locali, quelli giusti e che eravamo sicuri che ci sarebbe andato sempre tutto bene e che non aver mai avuto nulla per cui lottare davvero, non aver mai sofferto. È qualcosa che mi è mancato. Forse sarei stato più pronto, non lo so.
Carlo Zanetti (Luca Argentero)
dal film "Solo un padre" di Luca Lucini
Vota la citazione: Commenta
    Scritta da: Pao -
    Step: "Ho paura di dirti qualcosa di sbagliato.. Ti amo"
    Babi: "Ridimmelo"
    Step: "Ti amo"
    Babi: "Non smettere mai di dirlo"
    Step: "Ti amo ti amo ti amo.."
    Babi: "Non sono mai stata così felice in vita mia"
    Step: "Neanch'io"
    Babi: "Così felice da toccare il cielo con un dito?"
    Step: "No, molto di più, almeno tre metri sopra il cielo".
    dal film "Tre metri sopra il cielo - 3msc" di Luca Lucini
    Vota la citazione: Commenta
      Scritta da: Mela Favale
      E tutto quello che devi fare è metterti le cuffie, sdraiarti e ascoltare il cd della tua vita, traccia dopo traccia, nessuna è andata persa. Tutte sono state vissute e tutte, in un modo o nell'altro, servono ad andare avanti. Non pentirti non giudicarti, sei quello che sei e non c'è niente di meglio al mondo. Pause, rewind, play e ancora, ancora, ancora. Non spegnere mai il tuo campionatore, continua a registrare e a mettere insieme nuovi suoni per riempire il caos che hai dentro, e se scenderà una lacrima quando lo ascolti, beh, non aver paura: è come la lacrima di un fan che ascolta la sua canzone preferita.
      dal film "Tre metri sopra il cielo - 3msc" di Luca Lucini
      Vota la citazione: Commenta
        Di una cosa sono sicuro. Non potrà amarla come l'amavo io, non potrà adorarla in quel modo, non saprà accorgersi di tutti i suoi dolci movimenti, di quei piccoli segni del suo viso. Era come se solo a lui fosse concesso vedere, conoscere il vero sapore dei suoi baci, il reale colore dei suoi occhi, quel dolce svegliarsi, aprirli, quello sbattere di ciglia, le sue espressioni. Nessun uomo mai potrà vedere ciò che ho visto io. Lui meno di tutti. Lui reale, crudo, materiale. Lo disegnò così, incapace di amarla, desideroso solo del suo corpo, incapace di vederla veramente, di capirla, di rispettarla. Lui non si sarebbe divertito a quei dolci capricci. Lui non avrebbe amato anche la sua piccola mano, le sue unghie mangiate, i suoi piedi leggermente cicciotti, quel piccolo neo nascosto, non poi così tanto. Forse lo avrebbe visto si, che terribile sofferenza, ma non sarebbe mai stato capace di amarlo. Non così tanto come aveva fatto lui, allora scoprendolo per primo, oggi semplicemente ricordandolo. La tristezza si impadronì dei suoi occhi.
        dal film "Tre metri sopra il cielo - 3msc" di Luca Lucini
        Vota la citazione: Commenta