Citazioni dei Film di Irwin Winkler


Scritta da: B. Summer
Mio padre faceva sempre un gioco, in realtà non ho capito quale fosse fino al giorno in cui è morto. Il gioco di mio padre era farmi sentire sempre meno di lui, meno di lui, sempre meno di lui, qualunque cosa facessi. Lui poteva anche essere invisibile come essere umano, ma io dovevo essere meno di lui. Perciò se avevo dei buoni voti a scuola, ero una femminuccia perché non giocavo a football o... o se mi tagliavo i capelli come voleva lui, non erano abbastanza corti e se mi pelavo a zero, allora sembravo un matto... a quel gioco non ho mai vinto, mai. E se non riusciva a sminuirmi a parole... Sam, io non ti picchierei mai. Mai. Non voglio che tu sia meno di me, io ti voglio felice e tu non sei felice, né qui con me, né a casa con tua madre, né da solo, né da nessun'altra parte. Sei come ero io per gran parte della mia vita, Sam, te lo vedo negli occhi, mentre dormi, nel tuo modo di rispondere a tutto. Sei vivo a malapena. Però sai qual è la cosa stupenda? È che il cambiamento può essere così costante che non senti nemmeno la differenza fino a quando non cambia tutto... Può essere un processo così lento, che non ti accorgi che la tua vita è meglio o peggio finché non è diversa. Oppure il cambiamento può essere radicale e tutto è diverso in un attimo. È capitato così a me... Costruiamo questa casa insieme. Andiamo.
dal film "L'ultimo sogno" di Irwin Winkler
Vota la citazione: Commenta
    Scritta da: B. Summer
    - Sono stato sul tetto stamattina, per buttarlo giù. Una cosa mi ha colpito, non mi era mai capitato... Sono molto felice, oggi.
    - Perché, com'eri prima di oggi?
    - Non so il motivo, forse il modo in cui il sole illuminava l'oceano, o il rumore delle onde... Comunque una cosa semplice e mi sono messo a pensare... Quando è stata l'ultima volta che mi sono sentito così?
    - Te lo sei ricordato?
    - Una volta me la ricordo di sicuro. Ero con Sam, in acqua... l'avevo salvato dalle onde. Lui teneva la testa sulla mia spalla e ridevamo. Potevo sentire il suo cuore battere contro il mio petto... Mi ricordo che gli ho baciato i capelli... Prima che diventassero blu.
    dal film "L'ultimo sogno" di Irwin Winkler
    Vota la citazione: Commenta
      Scritta da: B. Summer
      Ho sempre pensato a me stesso come ad una casa, ho sempre vissuto dentro di me. Non c'era bisogno che fosse grande, neanche che fosse bella, mi bastava che fosse mia. Sono diventato quello che dovevo essere, mi sono costruito una vita, mi sono costruito una casa. Ventinove anni fa, mio padre superò la doppia striscia e finì contro mano, cambiando la mia vita e quella di una bambina per sempre, con quell'errore. Non faccio che pensare a lei. Ogni volta che si infrange un'onda sento qualcosa, adesso. Prima non stavo mai a sentire. Sono su una scogliera e sento, ho quasi finito. Se tu fossi una casa, Sam, è qui che vorresti essere costruito. Su una roccia. Di fronte al mare. A sentire... a sentire.
      dal film "L'ultimo sogno" di Irwin Winkler
      Vota la citazione: Commenta
        - Linda: Non ti ho mai chiesto di cambiare... solo, sii discreto...
        - Cole: Linda? Io non sono mai stato discreto! Cos'è la discrezione se non disonestà avvolta in un po' di buona educazione!? Non credo che tu mi voglia discreto, Linda. Credo che ti mi voglia diverso.
        - Linda: Sono in parte responsabile di tutto questo perché io ti ho viziato, ti ho assecondato... ma lo ha fatto tutto il dannato mondo. E per che cosa? Solo un po' di musica...
        Cole Porter (Kevin Kline), Linda Porter (Ashley Judd)
        dal film "De-Lovely. Così facile da amare" di Irwin Winkler
        Vota la citazione: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di