Frasi del Film Drammatico


Scritta da: Jocondola
Non hai ancora capito qual è il mio scopo!? Sto cercando di diventare la tua fidanzata, Gerry! Sto cercando di riconquistarti, è piuttosto semplice! Mi trovo sulla piattaforma della stazione Limbo Centrale con l'anima e il cuore messi nella mia valigia in attesa che si presenti l'espresso Gerry Dei Miei Coglioni e che mi dicano che il mio biglietto è ancora valido e posso rimontare sul treno. Solo che alla stazione l'altoparlante sembra un disco rotto e mi ripete che il mio treno è in ritardo perché il conducente è in preda a una botta di panico intenso nella città dell'indecisione: "vi consigliamo di prendere l'autobus"! E adesso sai qual è il mio scopo, microcefalo!
Vota la citazione: Commenta
    Scritta da: fa
    Perché io so che ci sono persone che dicono che queste cose non esistono, e che ci sono persone che quando compiono diciassette anni dimenticano com'è averne sedici; so che un giorno queste diventeranno delle storie e le immagini diventeranno vecchie fotografie, e noi diventeremo il padre o la madre di qualcuno, ma qui, adesso, questi momenti non sono storie, questo sta succedendo, io sono qui, e sto guardando lei... ed è bellissima. Ora lo vedo: il momento in cui sai di non essere una storia triste, sei vivo, e ti alzi in piedi, e vedi la luce dei palazzi, e tutto quello che ti fa stare a bocca aperta. E senti quella canzone, su quella strada, insieme alle persone a cui vuoi più bene al mondo, e in questo momento, te lo giuro, noi siamo infinito!
    Vota la citazione: Commenta
      Scritta da: Giuseppe Cepparulo
      Ciao, papà: sai, mi ricordo una vita fa, quando ero poco più alto di un metro, pesavo al massimo 30 chili, ma ero ancora tuo figlio. Quei sabati mattina che andavo a lavorare col mio papà e salivo su quel grande camion verde. Mi sembrava che quello fosse il camion più grande dell'universo, papà. Mi ricordo quant'era importante il lavoro che facevamo, e che, se non era per noi, la gente sarebbe morta di freddo. Per me tu eri l'uomo più forte del mondo, papà. Ti ricordi quei filmini quando mamma si vestiva come Loretta Young? E i gelati, le partite di football, Wayne e Tonno? Il giorno che partii per la California per poi tornare a casa con l'fbi che mi dava la caccia, e quell'agente dell'fbi che dovette mettersi in ginocchio per mettermi le scarpe, e tu dicesti "Quello è il tuo posto figlio di puttana: ad allacciare le scarpe a George". Quella si che fu bella. Fu veramente speciale. Ricordi, papà? E quella volta che mi dicesti che i soldi non sono la realtà? Beh, vecchio mio, oggi ho 42 anni, e alla fine ho capito quello che tentavi di dirmi, tanti anni fa, ora finalmente l'ho capito. Sei il migliore, papà. Avrei solo voluto fare di più per te. Avrei voluto avere più tempo. Comunque: Che tu possa avere il vento in poppa, che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle. Ti voglio bene, papà. Un bacio. George.
      George Jung (Johnny Depp)
      dal film "Blow" di Ted Demme
      Vota la citazione: Commenta
        Scritta da: Alessandro Rossini
        Grazie ai tuoi occhi
        che hanno osservato e si sono emozionati
        nel vedere le cose del mondo.

        Grazie alle tue braccia
        che hanno lavorato e che hanno alzato con la fatica.

        Grazie alle tue mani
        che hanno cucinato e che hanno accarezzato.

        Grazie alla tua mente
        che ha pensato a come vivere giorno per giorno.

        Grazie alle tue gambe
        che ti hanno portato a conoscere nuove persone
        e stare loro vicina.

        Grazie ai tuoi piedi
        che ti hanno sorretta anche quando la stanchezza era tanta.

        Grazie al tuo sesso che ha dato piacere e gioia
        e al tuo ventre che ha donato la vita.

        Grazie al tuo cuore
        e alla tua anima
        che hanno saputo amare e essere amati.
        Vota la citazione: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di