Scritta da: francy88
- Carol: È stato tuo padre a parlarti di questa musica?
- Stefano: Sì! Dice che è l'unica volta in cui ti ha visto piangere.
- Carol: Allora è per questo che mi hai portato qui!? Una serata particolare, un posto magico e un secondo fine... come sempre.
- Stefano: Io non ti ho mentito quando ti ho detto che volevo vederti sotto una luce diversa... era la verità.
- Carol: E pensavi davvero che bastasse un po' di musica per vedermi crollare?
- Stefano: Io pensavo solo che bastasse un po' di musica per capire qualcosa in più di te.
- Carol: Non sempre conoscere il passato di una persona aiuta a capirla, vedi tuo padre.
- Stefano: Carol che cosa c'entra mio padre? Non cercare di cambiare discorso.
- Carol: C'entra invece, dimenticando il suo passato lui ha dimenticato chi era veramente, ma questo a me non succederà mai.
- Stefano: Se hai alzato un muro così alto... quello che difendi deve essere davvero molto importante... e io voglio scoprirlo...
- Carol: Sì! Su questo hai ragione, la cosa più preziosa che ha una persona sono i ricordi!
Carol Grimani (Marianna De Micheli), Stefano Della Rocca (Danilo Brugia)
dal film "CentoVetrine" di
Vota la citazione: Commenta
    Scritta da: francy88
    - Stefano: Sei stata tu a dare a Marina quella registrazione vero?
    - Carol: È stata lei a dirtelo?
    - Stefano: No, non ce n'era bisogno, ti conosco troppo bene, una carognata simile è soltanto degna del tuo stile...
    - Carol: Il tuo stile non è migliore del mio! Fallisci nei tuoi obiettivi e poi mi usi come capro espiatorio.
    - Stefano: Tu non vedevi l'ora di mettermi in cattiva luce con lei, no?
    - Carol: Cerca di essere onesto con te stesso stefano, sei tu che le hai mentito, io glielo ho soltanto fatto capire.
    - Stefano: Tu adesso pensi di aver vinto... ti sbagli, io riconquisterò la fiducia di Marina ed insieme a lei ci riprenderemo il gruppo Ferri.
    - Carol: Marina è una donna vendicativa, non vorrà più avere a che fare né con te né con Marco.
    - Stefano: Forse hai ragione, ma io continuerò a difenderla, continuerò ad occuparmi della sua causa anche a costo di lavorare senza il suo permesso, e quando verrà assolta, perché verrà assolta, tu potrai dire addio alla poltrona di presidente... perché si siederà lei al tuo posto.

    - Carol: Credi davvero che il mio problema fosse fermare l'ascesa di Marina nel gruppo Ferri?
    - Stefano: Certo! Il potere è l'unica cosa che ti interessa.
    - Carol: Ti sbagli... ti sbagli... lo sai perché le ho dato quella registrazione? Non è per questo motivo, è perché la volevo allontanare da te, perché impazzisco tutte le volte che vi vedo insieme, anche il solo pensiero mi fa morire...
    - Stefano: E tu speravi di potermi riconquistare eliminando la concorrenza come la chiami tu? Invece non lo capisci che così hai distrutto tutto?
    - Carol: Non è vero! Io appartengo ancora alla tua vita e tu alla mia, ci siamo fatti del male è vero, ci siamo odiati... ma quello che ci lega è più importante...
    - Stefano: Io voglio soltanto vederti sconfitta. Per me tu vali meno di niente.
    - Carol: Che cosa aspetti allora eh? Vai via... vattene da qui... vattene... dimostrami che puoi fare a meno di me... che non ti importa niente di me... che puoi buttarmi via!

    [Stefano l'attira a sé, la bacia e poi fanno l'amore]
    Carol Grimani (Marianna De Micheli), Stefano Della Rocca (Danilo Brugia)
    dal film "CentoVetrine" di
    Vota la citazione: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di