Scritta da: Silvana Stremiz
Derek: potremmo vederci qualche volta, dopo la scuola... lavoriamo un po' sui tuoi passi... se ti va...
Sara: si... certo se va a te...
Derek: che te ne è sembrato dello steps... una volta abituata alla musica?
Sara: non era alla musica che dovevo abituarmi Derek... non è la mia prima volta con l'hip-hop...
Derek: ah ah... scommetto che l'ascolti sempre...
Vota la citazione: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz
    Odio il modo in cui parli e il modo in cui ti tagli i capelli, odio il modo in cui guidi la mia macchina, odio quando mi fissi. Odio i tuoi stupidi stivali anfibi e il modo in cui mi leggi nella mente. Ti odio così tanto che mi fai star male, mi fai persino scrivere poesie. Ti odio quando hai ragione, odio quando mi menti. Odio quando mi fai ridere, odio anche di più quando mi fai piangere. Odio quando non mi sei attorno e il fatto che tu non mi abbia chiamato. Ma più di tutto odio il fatto che non ti odio... nemmeno quasi... nemmeno un pochino... nemmeno niente!
    Vota la citazione: Commenta
      Scritta da: Francesca Maffei
      Derek: "Credevo ti sarebbe piaciuto."
      Sara: "È così."
      Derek: "Dalla faccia direi di no."
      Sara: "Scusa... non devi pensare che non mi sia divertita al contrario, solo che il balletto non fa più parte della mia vita."
      Derek: "Non capisco... una mattina ti sei svegliata e hai deciso di sprecare il tuo talento?"
      Sara: "Che ne sai se ho talento... perché hai visto quel mio stupido giochetto con la gamba."
      Derek: "Ho visto il tuo sguardo quando lo facevi, lo stesso che avevi stasera, perso e felice... perciò se vuoi dirmi qualcosa sulla tua decisione, almeno dimmi qualcosa di reale."
      Sara: "E se io non volessi essere reale... l'unica cosa che voglio è svegliarmi e rivedere mio madre e che le cose tornino com'erano come quando la mia vita aveva un senso, ma questo non accardà ed è tutta colpa mia. Solo mia."
      Derek: "Che cosa è colpa tua?"
      Sara: "Mia mamma, l'incidente, il fatto che è morta... è stata raccolta sull'asfalto per causa mia, per causa della mia stupida audizione perché andava di corsa e andava di corsa perché io le avevo fatto promettere di venire e quando hanno chiamato il mio nome io ero arrabbiata con lei perché avevo bisogno della sua presenza e lei non c'era, stava morendo mentre io ballavo, ed io ero arrabbiata con lei e mi dispiace... mi dispoace... mi dispiace tanto."
      Derek: "Non è colpa tua se tua madre è morta, o se andava veloce: lei teneva a te e voleva essere li per te."
      Sara: "Ed è questa la cosa peggiore lei voleva sempre quello che era giusto per me, io volevo diventare prima ballerina quello e basta, e non mi interessava se ci volevano tutti i suoi soldi e tutto il suo tempo libero, è stata la mia stupida audizione, il mio stupido sogno che l'ha uccisa e lei non voleva altro, solo che si avverasse."
      Derek: "E scommetto che vuole ancora che si avveri, non vorrebbe che tu rinunciassi."
      Sara: "Lo so è che... non credo di farcela senza di lei."
      Derek: "E tu cosa vuoi? Tu lo vuoi fare Sara... intendo, tu vuoi andare alla Julliard?"
      Sara: "Si."
      Derek: "Bene, e allora sta a te... sei tu quella che lo deve fare accadere... tu sei quella... che deve far sì che il sogno si avveri."
      Vota la citazione: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di