Scritta da: Edoardo Grimoldi
Melandri: Le curve dei tuoi fianchi sono monili, il grembo tuo è una rotonda coppa.
Noemi: Ma che dici?
Melandri: È la Bibbia. L'inguine tuo è un cumulo di grano adornato di gigli. Le tue mammelle sono due caprioletti palpitanti. I tuoi capezzoli...
Noemi: Basta, Rambaldo.
Melandri: Oh, ma è la Bibbia! Non è mica Playboy.
Noemi: Ma lì si parla di due santi sposi.
Melandri: Ma dopo dopo ci si sposa anche noi. Fammi vedere i tuoi caprioletti. [le salta addosso]
Noemi: No, no, no [crescendo d'insistenza]
Melandri: Poi ci pentiamo. Non ti preoccupare. Amore, amore; tanta, sei tanta sei!
Noemi: [ripetendo] No, signore salvami. Pietà, salvami.
[voci e grida: è in corso l'alluvione di Firenze]
Noemi: Sì, sì, salvami
Melandri: Scusami un momento...
Noemi: Salvami, salvami!
Melandri: E lasciami un momentino [se ne libera], eh!
Rambaldo Melandri (Gastone Moschin), Noemi (Domiziana Giordano)
Vota la citazione: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di