Questo sito contribuisce alla audience di

Post inseriti da Silvia Nelli

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritto da: Silvia Nelli
Ho amato troppo, forse più di quanto amassi me stessa e forse non amerò più. Ho provato la rabbia, il dolore, la solitudine e quel senso di impazzire. Avrei sbattuto la testa contro al muro per cambiare le cose, avrei dato 10 anni della mia vita per un solo attimo di vero sentimento. Ma poi ho capito che non devo regalare più niente a nessuno. Io non ho "bisogno" di qualcuno. Io, se devo stare vicino a qualcuno, voglio qualcuno che chiuda gli occhi assieme ai miei, che si perda con me. Qualcuno che quando il suo petto poggia contro il mio senta di essere nel posto giusto. È giusto così. È giusto amare, ma amarsi è fondamentale. Devo esserci, ma devo sentire che quel qualcuno c'è. Devo capire, ma devo anche essere capita. Io non sono nessuno, ma amo ogni piccola parte di me e la parte che amo di più è proprio quella che è dolce, amabile, comprensiva. Quella che sa amare, che non si risparmia. Io non voglio niente per questo nuovo anno, non voglio cose nuove, voglio solo che si assestino le "vecchie" e ritrovare a pieno la mia serenità. La mia vita la posso anche proseguire da sola, ma nella serenità. Io non voglio più regalare me stessa a nessuno, sono pezzi di me che ogni volta se ne vanno, sono parti belle di me che ogni volta lascio morire. Io non sono nessuno, ma valgo qualcosa e io voglio vedere il sole, la luce, la tranquillità. Io voglio tornare da dove sono partita, io voglio ritrovare le mie radici, perché la in fondo a me stessa ci sono, io esisto ancora. Ora mi sento persa a volte, ma ci sono. Non voglio diventare ciò che non sono, non voglio essere una persona cattiva, una "facile", una che per un po d'amore si svende e supplica, una che per un po di bene è pronta a dimenticare se ha torto o ragione. Io non devo cambiare per essere apprezzata o amata e pertanto non cambierò. Per questo nuovo anno prometto che mi amerò ancora di più di quanto ho fatto in questo 2017.
Composto lunedì 28 dicembre 2015
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    È stato un anno un po' bastardo questo. Un anno che non mi ha dato "niente" anzi, mi ha tolto. Un anno che mi ha fatto sfiorare molte cose per poi strapparmele di nuovo. Non voglio un altro anno così e forse l'unico modo per non averlo è cambiare un po'. Per ogni giorno passato con amarezza e tristezza mi regalerò giorni pieni di gioia. Per ogni momento buio mi impegnerò a regalarmi attimi pieni di luce. Per tutto il tempo sprecato con chi non meritava un cazzo, selezionerò meglio a chi donarlo. Per quelle scelte sbagliate che ho fatto, ci saranno scelte precise e azzeccate. Per ogni mio sorriso spento ne accenderò uno nuovo... e ancora uno, ed un altro... all'infinito! Perché la mia serenità, la mia felicità dipende da me e da ciò che scelgo di portare con me. La fine delle mie giornate buie e piene di lacrime dipende da chi scelgo di lasciare dietro.
    Composto sabato 26 dicembre 2015
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      È Natale ormai, si dovrebbero fare gli auguri. Invece io quest'anno gli auguri li faccio a me: mi auguro di imparare nel 2018 a valutare meglio situazioni e persone. Mi auguro di diventare migliore, meno cieco e sordo. Mi auguro di trovare qualcuno che pensi che vale la pena tenermi vicino. Mi auguro di essere la stessa persona pazza e onesta di sempre, ma con ancor più forza e carattere. Mi auguro che questo 2017 sia solo il ricordo di tempi e attimi sbagliati. Mi auguro che chi per me conta scelga di esserci anche nel 2018, perché io non chiederò niente a nessuno. Mi auguro che per me sia veramente un anno nuovo. Buon anno a... me!
      Composto mercoledì 23 dicembre 2015
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Ci sono giorni in cui non mi capisco nemmeno io e non ho voglia nemmeno di provarci a capirmi o a conoscermi fino in fondo. Figuriamoci se possono esserci giorni in cui da buona samaritana posso spremere il mio cervello e la mia intelligenza per capire e conoscere altre "teste", per giunta più complicate della mia!
        Composto martedì 15 dicembre 2015
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Quando la presunzione diventa eccessiva ti nausei. Il fatto è che bisognerebbe pensare prima di parlare, riflettere prima di agire e non strafare. Io ho imparato che certe attenzioni le ha solo chi tiene davvero a chi ha di fronte. Quando non vuoi ferire qualcuno a cui vuoi bene, pesi e valuti le parole. Se invece apri bocca come viene, e non presti attenzione se ciò che dici può ferire, probabilmente non ti importa. A quel punto chi ti ascolta e le riceve, anche se non sono piacevoli ne prende atto e chi si è visto si è visto!
          Composto martedì 15 dicembre 2015
          Vota il post: Commenta