Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritto da: Silvia Nelli
Ho trovato più soddisfazione in un confronto a "scontro" diretto che in uno di quei bei discorsini ipocriti fatti con calma ed educazione. Tanto fra le righe di tutte le parole pronunciate con estrema calma, quel "vaffa" si percepiva comunque. Dio. Quanto amo la mia schiettezza, quel maledetto momento in cui la pazienza mi saluta per far l'inchino di benvenuto all'attimo di "incazzo".
Composto lunedì 17 agosto 2015
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Siamo fatti di tempo. Siamo il tempo perso, quello speso male e donato a chi non ne meritava. Siamo il tempo regalato con il cuore, consumato dentro ai "ne valeva la pena". Siamo il tempo che è passato, quello che viviamo adesso e quello che verrà. Dentro il tempo ci siamo noi: i nostri errori, le nostre gioie e le nostre esperienze! Quello che conta è spenderlo al meglio e non essere mai il "tempo perso" di nessuno.
    Composto domenica 16 agosto 2015
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Si dice che il perdono sia un grandissimo atto di coraggio. Io credo che invece per perdonare alcune cose di coraggio ne serva davvero troppo. Non riesco a perdonare il male inflitto gratuitamente a degli innocenti. Non riesco a perdonare cuori usati, spezzati e gettati. Non riesco a perdonare anime tradite, persone usate come oggetti e "cose". Non riesco a perdonare la superficialità al fine delle proprie convenienze! E a questo punto mi viene di dire: "che Dio perdoni me per questo mio limite", perché per me non c'è e non può esserci "perdono" per determinate cose.
      Composto domenica 16 agosto 2015
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Quante ferite nel cuore, graffi sulla pelle e pugnali nell'anima. Quante volte ci siamo guardate le ferite sanguinare e non sapevamo nemmeno come fare per farle cessare, per fermare l'emorragia di dolore che ne usciva. Difficile rialzarsi quando qualcosa colpisce in modo improvviso e inaspettato. Lotti e le tue giornate sembrano non finire mai. Ascolti e ti abiti quasi a quella sensazione di impotenza... ecco! Io invece non mi abituo ad un emerito cavolo! Non ho mai scelto le strade facili, ma solo quelle che ritenevo "giuste" e se per percorrerle mi facevo male nulla mi importava! A cosa mi serve scegliere il "facile" se non mi porterà mai dove voglio arrivare. Io sono una maledetta! Una di quelle che preferisce perdere e anche morire piuttosto che vincere il premio di consolazione solo perché non ho avuto abbastanza coraggio nel cuore!
        Composto sabato 15 agosto 2015
        Vota il post: Commenta