Post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritto da: Silvia Nelli
Ho messo in pausa il cuore. L'ho messo a tacere, l'ho chiuso in uno stanzino imponendogli di riposare. Gli ho imposto di smettere di pensare, non serve più. Adesso l'unica cosa che serve è pensare a se stesso e guarire. Ho premuto play alla ragione, mi sono alzata da quel letto dove giacevo, attendendo qualcosa che non sarebbe mai arrivato. E adesso, mentre aspetto che il cuore torni a battermi nel petto, sento che non ho paura di nessuno. Nessuno può uccidere qualcuno che in questo momento, senza il suo cuore, è come morto dentro.
Silvia Nelli
Composto venerdì 22 gennaio 2016
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Quello che non sopporto e non sono mai riuscita a perdonare è la cattiveria gratuita. I gesti provocatori fatti per ferire, quelli voluti. Alle azioni che non rispettano nemmeno il dolore che qualcuno prova, ma anzi lo calpestano volutamente. Avere un brutto carattere ok, essere cattivi no... Quella è tutt'altra storia.
    Silvia Nelli
    Composto venerdì 22 gennaio 2016
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Non pensate di trattare le persone buone come più vi fa comodo. Le persone buone ci sono, si spaccano in due per aiutare, danno presenza e affetto con costanza. Ad esse non piace essere usate! Ognuno nella vita fa ciò che più gli piace, ma ricordate di non lamentarvi quando voltandovi non le troverete più!
      Silvia Nelli
      Composto giovedì 21 gennaio 2016
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Siete stanchi di sentirvi come una pallina tirata contro il muro e ripresa al comodo degli altri? Bene, cominciate a fregarvene! Fottetevene. Non cercate più nessuno e soprattutto smettete di farvi trovare. Adesso avete incassato a sufficienza, cominciate a restituire i colpi, i calci in culo e gli sfruttamenti subiti. Incominciate a far valere voi stessi, la persona che siete e cominciamo ad insegnare che le persone non sono "oggetti". Le persone non si usano al bisogno, ma si amano e si rispettano sempre. Insegnalo a chi fino ad oggi ha fatto di te la sua ancora di salvezza, ma poi una volta tornato sopra al suo yacht al sicuro non si chiede nemmeno se tu stai ancora naufragando in mezzo al mare o se già sei affogato.
        Silvia Nelli
        Composto giovedì 21 gennaio 2016
        Vota il post: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di