Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Morgana Corso
Dal momento in cui si dice "io sono parigino", si dovrebbe essere coerenti nel dire anche "io sono tutto il mondo delle morti innocenti", bisogna essere anche di quei paesi dove la guerra è all'ordine del giorno, dove i morti ci sono ogni giorno, dove i bambini non hanno e non avranno mai la possibilità di essere adulti. La guerra è devastante, ma ancora più devastante è fare le differenze.
Composto martedì 17 novembre 2015
Vota il post: Commenta