Post di Riccardo Sanna

Scrittore, nato martedì 26 aprile 1966 a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Riccardo Sanna
Ho deciso, questa sera vado a trovare la luna. Le voglio dire mille cose; domandarle come lei mi vede, se mi vuole bene oppure no. E poi, una volta lassù, chiederò se posso stare un po' con lei, perché io quaggiù spesso non sto bene. Magari m'inviterà a cena, apparecchierà il cielo di mille colori, qualche nuvola qua e là ed un pizzico di fantasia per farmi sorridere. Chissà, forse chiamerà il suo amico sole ed insieme troveranno le parole, quelle giuste affinché io possa finalmente sperare. Dedicheranno a me frasi dolci dal suono melodico come un "je t'aime". Arriveranno tutte insieme le stelle e prenderanno per mano la mia mano, dicendomi che spesso brillano soltanto per me. Voleremo in alto come fanno gli aquiloni accarezzati dal vento, mentre il mare laggiù dedicherà la bellezza della ripetitività delle onde al nostro viaggio. Ho deciso, questa sera vado a trovare la luna...
Riccardo Sanna
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Riccardo Sanna
    Ci sono percorsi di vita, del cuore e quelli contro una malattia; ci sono percorsi difficili da affrontare, altri meno duri e altri ancora senza vie di uscita. Ci sono percorsi senza scorciatoie, percorsi in salita e quelli dove si cade in continuazione. Ci sono percorsi fatti in maledetta solitudine, percorsi senza mèta e tanti altri a chiederti ogni volta dove cazzo vai. Ci sono sono percorsi dolorosissimi perché sono ripetitivi e non finiscono mai; percorsi a farti male pieni zeppi di sterpaglie, senza luna né stelle quando cala buia la notte. Ci sono percorsi che fanno paura, perché ti accompagnano nell'oblio dei dimenticati; percorsi con segnali di speranza e quelli in cui l'ultima speranza non muore mai. Ci sono percorsi che non vorresti mai più fare e poi, sederti un attimo per dire al mondo che non ce la fai più.
    Riccardo Sanna
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Riccardo Sanna
      Mi piacerebbe regalarti la luna, cosìcché, nelle notti d'estate, la sua delicata luce possa accarezzare il tuo volto fino a proteggerti nel cammino della vita. Vorrei poi invitare le stelle, apparecchiarle lassù nel cielo una ad una e d'incanto, come magia, accenderle soltanto per te. Vorrei essere vento di primavera per soffiare via le nubi che a volte offuscano la tua mente e spingere il tuo cuore verso quei mari dallo straordinario colore blu che rasserenano l'anima e la fanno volare. Mi piacerebbe dedicarti una dolce ninna nanna con la melodia delle onde a ricordare la serenità della nostra musica. Vorrei che fossi sempre felice e che gli orizzonti dai mille colori abbracciassero ogni tuo istante. Mi piacerebbe diventare principe e raccontarti la più bella fiaba che esista e poi, prendendoti la mano, dirti che ti voglio un mondo di bene. Vorrei donarti tutto il mio amore perché è soltanto attraverso l'amore che riusciamo ad amare. "Vorrei" e "mi piacerebbe", per te e per la tua vita; affinché l'universo tutto intero possa farti un immenso applauso che emozioni oltre le emozioni. La luna, le stelle e quel pizzico di follia che non guasta mai.
      Riccardo Sanna
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Riccardo Sanna
        Perché un sogno può avverarsi, perché nulla cambia se non siamo noi a volerlo, perché la tenacia ci rende invincibili e l'umiltà più veri. Perché non crederci significa perdere ancor prima di cominciare, perché un uomo quando è triste può anche piangere senza vergogna, perché il cuore ci indica sempre la strada migliore e l'istinto spesso non sbaglia mai. Perché cadere non significa morire, perché l'equilibrio è forza, perché il guadagno deve essere solo interiore, perché un abbraccio sincero allunga la vita, perché da soli si sta male, perché la felicità è solo dentro di noi e sta a noi trovarla. Perché la vita apre porte che a volte sembrano chiuse a chiave, perché oltre la morte c'è il ricordo, perché siamo qui solo di passaggio ed incazzarci o odiare non serve a nulla. Perché vivere oggi significa non morire domani, perché le periferie sono uguali al centro, perché chi non ce la fa deve essere aiutato e non emarginato. Perché i nostri figli porteranno con orgoglio i nostri cognomi, perché esserci significa non lasciare soli, perché tu sono io e io tu. Perché l'età passa ma l'anima resta, perché il pensiero non sia limitato, perché la vendetta appartiene ai mediocri, perché lasciare può significare rivivere, perché l'immobilismo a volte aiuta a riflettere e non significa avere paura. Perché gli angoli non fanno male se noi siamo morbidi, perché grazie a Dio ricominciare si può, perché sesso e amore sono indivisibili, perché accarezzare un cucciolo aiuta a crescere, perché più in là possiamo arrivarci solo noi insieme al nostro coraggio. Perché non esiste fortuna o sfortuna, ma solo vita. Perché non esiste bianco o nero, ma soltanto amore.
        Riccardo Sanna
        Vota il post: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di