Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Riccardo Sanna

Scrittore, nato martedì 26 aprile 1966 a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Riccardo Sanna
Non vedo differenze fra quello che provo dentro e ciò che mi accompagna fuori. Ho raggi di vita che accarezzano il mio cuore e poi vivo il sorriso di mia figlia immenso proprio come il sole. Percorro viaggi interiori scoprendo montagne e mari dai colori sempre vivi che accendono la mia anima, mentre fuori mille pennarelli ogni volta dipingono la dolcezza dell'amore. Non trovo differenze tra il mio dentro e il fuori; è simbiosi unica come angeli e cielo. Un volo che riesce ad attraversare e toccare anche gli orizzonti più lontani. Padre e figlia abbiamo ricevuto in dono dal signore la magia che diventa straordinario sogno e poi fiaba. Dentro o fuori che sia, per me è, e sarà sempre, la stessa identica e bellissima armonia.
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Riccardo Sanna
    Capisco l'importanza di una carezza, mentre mi resta difficile capire un pugno. Capisco l'importanza di un abbraccio, di un bacio e di un "ti voglio bene", mentre guardo ed ascolto attonito l'ignoranza avanzare. Capisco bene, sai, l'importanza di un gesto d'amore, utile a rasserenare gli esseri umani, ma devo ammettere che mai capirò la volgarità e l'intolleranza. Capisco bene, credimi, l'importanza di un sorriso, perché da sempre chi sorride ha una marcia in più, mentre non capisco chi fa piangere, perché da sempre dimostra la sua insensibilità. Capisco l'importanza di chi ancora non vuole darla vinta, affinché non si debba poi vivere da eterni vinti. Capisco l'importanza della bellezza, mentre mi risulta inconcepibile crescere in un mondo brutto. Capisco l'importanza delle stelle, perché al buio si vive male.
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Riccardo Sanna
      Instancabile io, scrivo. Le emozioni, le mie paure insieme alle speranze, le malinconie, i ricordi e le mie fragilità; i momenti di gioia e la cupezza di giornate tristi. Instancabile io, sognatore forse d'altri tempi, resto spesso ad ascoltare il mio cuore, a farmi da lui consigliare, proteggere e poi guidare. Un po' come le stelle, che senza quel raggio di sole sarebbero spente, così oggi anche grazie a loro io trovo l'ispirazione. Instancabile io, scrivo. Passione, amicizia e amore. Vita. Perché scrivere proprio la vita, la mia, permette ai miei sentimenti di abbracciare gli altri, i vostri. Scrivere aiuta me a stare meglio, a non arrendermi, a credere che magari attraverso la scrittura, la mia, altri cuori possano volare. Instancabile io, ogni volta qui, penna alla mano, baciare dolcemente il foglio ed iniziare un nuovo pensiero o meravigliosa poesia. Instancabile io, lettera dopo lettera a comporre parole che non sono altro che la mia quotidianità. Quella che, ogni mattina, quando mi alzo sussurra a me: "non ti stancare mai della tua vita". Instancabile io.
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Riccardo Sanna
        Nella tua stanza, seduta te ne stai. Aspetti. Una sua chiamata, un suo messaggio. Guardi fuori dalla finestra il sole illuminare quel verde chiaro di foglie ancora figlie di un albero secolare; caldo raggio accarezza con dolcezza il tuo volto. Sorridi, stai bene. Aspetti, serenamente aspetti; sai di appartenergli, ma sai anche di non volerti accontentare soltanto del suo ricordo. Nessuna paura, nessun timore: è lui quello giusto, quello che aspettavi da una vita. Nella stanza, distesa sul tuo letto te ne stai, chiudi gli occhi e sogni. Immagini che si susseguono all'interno delle vostre vite; le stesse immagini viste e riviste decine di volte al cinema, romantiche e di sincero amore. Poi, ecco finalmente il telefono squillare. Apri gli occhi, è lui: "pronto". "Buongiorno amore!" Buongiorno felicità.
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Riccardo Sanna
          Riavvolgi il nastro della tua vita, poi spingi su "play" e ti rivedi piccolo, sopra spalle di tuo padre, fiero ed orgoglioso lassù in cima al cielo. Continui a guardare, immagini di prati colorati da fiumi di papaveri e margherite; tu correre felice per ore ed ore senza stancarti mai. I tuoi cani, che hanno accompagnato fedelmente ogni istante della tua crescita, e poi conchiglie raccolte lungo spiagge d'ogni parte del mondo. Primi baci dal sapore "Brooklyn", e notti a studiare Victor Hugo e poi Manzoni. Infiniti orizzonti africani, lunghi viali alberati maremmani; e tu sempre più grande, adulto, padre di nuovo seme nascere e germogliare. Fantasticamente, semplicemente vita.
          Vota il post: Commenta